Tracheite: definizione e rimedi

By  |  0 Comments

Definizione di Tracheite

TracheiteCon il termine tracheite si intende un’infiammazione che coinvolge la trachea, ovvero il condotto che permette lo scambio di aria tra polmoni e ambiente esterno. La trachea è strutturata da una serie di anelli di cartilagine che ha la sua origine dalla laringe, parte della bocca dove hanno sede le corde vocali. La trachea si ricongiunge poi attraverso due ramificazioni ai bronchi che sono a loro volta connessi ai polmoni. Quando essa si infiamma e tende a gonfiarsi allora si origina il disturbo della tracheite che compromette una corretta respirazione e scatena sintomi come tosse, rumori durante la respirazione e febbre. La causa principale che provoca la tracheite è di natura batterica e viene scaturita dalla presenza di stafilococco nell’organismo, in altri casi si tratta invece di un disturbo di natura allergica.

Incidenza: Solitamente il disturbo della traichete coinvolge bambini piccoli probabilmente a causa della forma anatomica della loro trachea che si presenta ridotta rispetto a quella degli adulti e quindi più predisposta alle infiammazioni. Tuttavia non da escludere casi di tracheite anche negli adulti e adolescenti.

Altre possibili cause: 

  • il fumo di sigaretta passivo o attivo può essere causa di infiammazione
  • deglutizione di oggetti che possono incastrarsi nella trachea e compromettere la respirazione
  • allergie ad acari, polveri, polline e pelo di animali
  • contatto con persone affette da stafilococco
  • inquinamento
  • immunodressione

Sintomi: 

Trattamento e consigli utili: Nei bambini la tracheite non deve assolutamente essere sottovalutata, è infatti necessario intervenire  prontamente per evitare un peggioramento dell’infiammazione. Il medico solitamente prescrive farmaci antibiotici. Il mancato intervento in presenza delle vie aeree ostruite può comportare danni irreparabili poiché se il respiro risulta interrotto può causare il decesso, in altri casi potrebbe verificarsi uno shock di tipo tossico dovuto alla presenza del batterio. Tendenzialmente la terapia antibatterica a sufficiente a risolvere la problematica di una trachea infiammata, associata in caso di febbre ad altri farmaci come tachipirina e farmaci FANS, in caso di allergia si interviene invece con la prescrizione e somministrazione di terapie antistaminiche. Se le circostanze lo richiedono, in casi gravi potrebbe essere necessario il ricovero ospedaliero durante il quale il personale sanitario ricorre all’installazione di un tubo endotracheale nelle vie respiratorie per favorire l’ingresso di aria nei polmoni con relativo monitoraggio del respiro. Se necessario è possibile che al paziente vengano iniettati antibiotici per via endovenosa. Oltre ai rimedi medici è possibile intervenire con l’utilizzo di prodotti naturali tra cui infusi all’eucalipto e camomilla che alleviano la sensazione di dolore e infiammazione, utili anche in caso di bronchite. Se l’infiammazione prevede anche la presenza di muco si consiglia di sciogliere qualche goccia di olio essenziale alla menta piperita o all’ecalipto in una ciotola di acqua bollente per poi inalare i vapori, questo procedimento contribuisce a liberare le vie respiratorie, si consiglia di fare attenzione al calore e di non esporsi troppo vicino all’acqua quando questa è appena stata scaldata.

Consulta anche: Tracheite – Wikipedia

Photo credits: topwellnesslife.com - www.lookfordiagnosis.com