Jet Lag: definizione e rimedi

By  |  0 Comments

Definizione di Jet Lag

Jet LagCon il termine jet lag si indicano una serie di sintomi differenti, in particolare legati al disturbo del sonno, causati dall’abitudine frequente di viaggiare attraversando spesso fusi orari differenti. Questa condizione si verifica perché l’orologio interno del nostro organismo subisce uno squilibrio, ovvero i ritmi circadiani dell’alternanza sonno-veglia non sono più sincronizzati con l’orario del posto. Tendenzialmente non si tratta di un disturbo pericoloso ma può essere abbastanza fastidioso poiché incide sulla vita quotidiana. La ghiandola pineale del nostro cervello che regola appunto i ritmi circadiani è particolarmente influenzata dalla luce del sole e di conseguenza reagisce sia al buio che alla luce, alcune cellule della retina trasmettono al cervello l’informazione che fuori dall’organismo è giorno o notte. Per i viaggiatori infatti è consigliato esporsi alla luce del sole una volta giunti a destinazione dopo diverse ore di viaggio in cui il fuso orario è differente da quello di base.

Cause: Come spiegato la causa maggiore del jet lag è il cambio frequente di fuso orario tra un viaggio e l’altro, inoltre sembra che la pressione nei viaggia aerei possa favorirne la comparsa. Il viaggio verso est, il quale fa perdere delle ore anziché guadagnarle al contrario di quando si viaggia verso ovest, sembra essere un’altra causa probabile. Chi vola per lavoro, come le hostess o i piloti, possono soffrire frequentemente di jet lag. Inoltre anche l’età avanzata potrebbe aumentare le probabilità di percepire il jet lag.

Sintomi: La sintomatologia da jet lag può essere molto differente da soggetto a soggetto, si possono infatti riscontrare differenti disturbi o uno soltanto, fra questi:

  • spossatezza e affaticamento
  • malessere generale
  • sonnolenza
  • insonnia
  • disturbi gastrointestinali
  • difficoltà di concentrazione
  • dolore muscolare
  • lieve disidratazione
  • emicrania

In rarissimi casi il jet lag sembra aver causato anche degli infarti, tuttavia questa è una condizione estrema ed è difficile che si verifichi.

Consigli utili e rimedi: Il jet lag è una condizione temporanea che si risolve tendenzialmente in uno-due giorni, tuttavia per coloro che viaggiano spesso è consigliabile confrontarsi con il proprio medico curante al fine di alleviare i sintomi. Tra i farmaci di uso comune solitamente il medico può prescrivere zaleplon, zolpidem, benzodiazepine come il triazolam o farmaci non benzodiazepinici. L’utilizzo smoderato di questi farmaci è causa di nausea e vomito, amnesie, sonnambulismo, sonnolenza e stato confusionale, per tanto si consiglia di assumerli sempre a seguito di un consulto medico. Si consiglia inoltre l’esposizione alla luce del sole che regola i normali ritmi del sonno-veglia, ad essa deve essere poi associata l’attività fisica. Si possono utilizzare nella giusta proporzione le bevande a base di caffeina. Chi lo desidera può aiutarsi assumendo pastiglie a base di melanina ed evitando il consumo di bevande alcoliche. Per prevenire il jet lag è consigliabile riposare a lungo e se possibile arrivare in anticipo sul posto, specialmente se si tratta di un viaggio di lavoro, in modo tale da recuperare le energie. E’ consigliabile bere molti liquidi poiché in aereo l’aria risulta sempre secca e può contribuire alla disidratazione.

Consulta anche: Jet Lag – Wikipedia

Photo credits: etbodywork.com - www.healthytravelblog.com