Cardiomegalia: definizione e trattamento

By  |  0 Comments

Definizione di Cardiomegalia

CardiomegaliaLa condizione di cardiomegalia indica l’aumento di volume del cuore, e può presentarsi a causa di differenti fattori in particolare di origine patologica non necessariamente collegata con il cuore stesso. Fra questi possiamo riscontrare problematiche come l’anemia, l’ipertensione e l’emocromatosi ma anche attacco di cuore e aritmie. Il cuore tende ad aumentare le sue dimensioni a causa della dilatazione delle pareti del miocardio e delle cavità atriali/ventricolari, ma anche a situazioni temporanee come la gravidanza. Altre cause che possono favorire l’insorgere di questa problematica nello specifico sono:

  • problematiche/difetti legati alle valvole cardiache
  • problematiche/difetti congeniti al cuore
  • ipertensione polmonare
  • malattie della tiroide
  • insufficienza renale
  • emocromatosi: l’accumulo in eccesso di ferro  nei tessuti
  • infezioni virali: miocardite e altre infezioni
  • cardiomiopatia dilatativa: aumento di volume delle pareti del cuore
  • versamento pericardico: quando la membrana del cuore, il pericardio, disperde il liquido al suo interno
  • amiloidosi: gruppo di patologie caratterizzate dalla presenza di accumuli di proteine in eccesso nell’organismo
  • abuso di bevande alcoliche, fumo e sostanze stupefacenti

Sintomi: Il cuore quando presenta questo tipo di complicazione non sempre comporta effetti dannosi per la salute, specialmente nel caso in cui si tratti di una condizione temporanea, talvolta infatti la situazione può presentarsi come del tutto asintomatica. Al contrario quando i sintomi sono presenti possono manifestarsi con difficoltà respiratorie come fiato corto, edema a carico degli arti inferiori, aumento del peso corporeo, affaticamento e debolezza, aritmie cardiache.

Trattamento e consigli utili: L’ingrossamento del cuore è verificabile attraverso una lastra a raggi X, TAC, elettrocardiogramma, esami del sangue e biopsia. Prima si diagnostica il problema prima sarà possibile intervenire con la terapia e risolvere la problematica. Quando la situazione lo richiede è necessario sottoporsi al trattamento per evitare altre problematiche come l’insufficienza cardiaca,  soffio al cuore, formazione di coaguli di sangue e nei casi più gravi l’arresto cardiaco. Il trattamento contro la cardiomegalia può variare da soggetto a soggetto a seconda della cause che hanno scatenato l’anomalia, nei casi meno gravi è sufficiente somministrare al paziente una terapia di tipo farmacologico, al contrario se la situazione è delicata potrebbe essere necessario intervenire chirurgicamente. I farmaci utilizzati nei casi meno gravi possono essere: ACE-inibitori, digossina, farmarci diuretici, sartani, anticoagulanti, antiaritmici, beta-bloccanti. Se il trattamento prevede l’intervento chirurgico, al paziente potrebbe essere applicato un pacemaker, bypass coronarico, dispositivo di assistenza ventricolare o in altri casi ancora potrebbe essere utile un trapianto del cuore. Per prevenire la cardiomegalia si consiglia di seguire uno stile di vita il più sano possibile, nutrendosi con alimenti sani, praticando sport, smettere di fumare e non abusare di bevande alcoliche.

Consulta anche: Cardiomegalia – Wikipedia

Photo credits: www.maximumhealth.pw - www.funnyjunk.com