Acufene: disturbo dell’udito

By  |  0 Comments

Definizione di Acufene

Acufene

L’Acufene è un disturbo a carico delle orecchie che fa percepire rumori senza che essi siano presenti nell’ambiente circostante.

L’acufene è un disturbo dell’udito, quindi a carico delle orecchie, che si manifesta con la sensazione di percepire rumori da una o da entrambe le orecchie ma che in realtà non ci sono. Secondo alcune ricerche sembra che circa 50 milioni di americani soffrano di questo disturbo, circa 12 milioni in forma grave. L’acufene si manifesta infatti con forme differenti a seconda della persona che ne soffre, esso può manifestarsi anche a seguito dell’esposizione a suoni molto forti, in discoteca o dopo un concerto, ma tendenzialmente in queste circostanze è normale e si risolve spontaneamente in tempi brevi. In altre circostanze i pazienti lamentano la sensazione dovuta dall’acufene quando sono particolarmente concentrati non riuscendo per tanto a distinguere il rumore per così dire immaginario dai suoni esterni nell’ambiente circostante. Questa condizione può colpire chiunque senza differenze di età, tuttavia è molto rara nei bambini a meno che essi non abbiano problematiche legate all’udito fin dalla nascita. Le cause che scatenano questo disturbo non sono ancora del tutto definite tuttavia sembrerebbe che possano dipendere dalla continua e prolungata esposizione a rumori molto forti ed in generale da disturbi all’apparato uditivo del paziente. Sembrerebbero inoltre differenti i fattori che ne favoriscono la comparsa:

Esposizione a rumori: Condizione già accennata sopra che non deve essere sottovalutata poiché una frequente esposizioni a suoni molto forti può arrivare addirittura a danneggiare se non addirittura a distruggere le cellule dell’orecchio, queste inoltre non si ricostruiscono o non è possibile sostituirle.

Cerume in eccesso: Il cerume si deposita nelle orecchie in quantità differenti da persona a persona, quando è in eccesso tende ad aggravare l’acufene. In questi casi è necessario intervenire con la rimozione di cerume tramite visita medica, ed è assolutamente sconsigliato agire da soli.

Farmaci: L’assunzione di alcuni tipi di farmaci danneggia l’orecchio perché risultano tossici o in altri casi sono proprio essi la causa scatenante dell’acufene. E’ fondamentale conoscere attentamente le controindicazioni dei farmaci che si assumo ed eventualmente consultare il proprio medico curante.

Sinusite ed infezioni: L’acufene può manifestarsi anche in presenza di sinusite o infiammazioni a carico delle orecchie, tuttavia con la guarigione l’acufene tende ad alleviarsi fino a scomparire.

Anomalie della mascella: In alcuni pazienti la mascella può risultare non perfettamente allineata, tale condizione sembra essere un’altro fattore che possa scaturire l’acufene.

Patologie cardiovascolari: Nei pazienti che soffrono di questi tipi di disturbo l’acufene può presentarsi in forma pulsante, ovvero con frequenza ritmica che segue solitamente l’andamento del battito del cuore.

Tumore: Alcune forme di tumore benigno formatosi all’interno dei nervi acustici, facciali o vestibolari può causare acufene, si tratta tuttavia di circostanze piuttosto rare.

Contusione o trauma cranico: Queste possono generare l’acufene insieme ad altri disturbi come l’emicrania, amnesia e vertigini.

Patologie varie: L’acufene può essere scatenato anche da alcune malattie come la malattia di Lyme, la fibromialgia, ipotiroidismo e ipertiroidismo.  In questi casi l’acufene si manifesta come sintomo delle malattie precedentemente elencate di conseguenza può essere alleviato e risolto intervenendo con la cura per la malattia che lo scatena.

L’acufene che si manifesta in maniera indipendente presenta la seguente sintomatologia alle orecchie:

  • fischi
  • sibili
  • ronzii
  • fruscii
  • soffi
  • pulsazioni
  • tintinii
  • stridori

Questa condizione può essere inoltre di natura costante o intermittente, può far percepire un suono soltanto o molti contemporaneamente con intensità variabile. L’acufene è una condizione che a lungo andare può essere anche fonte di depressione a causa della percezione dei rumori in forma cronica e del disagio di natura psicologica che può portare il paziente ad isolarsi.

Trattamento e consigli utili: Ad oggi purtroppo non esiste ancora una cura che possa risolvere completamente l’acufene, tuttavia dipende dalle cause che lo scatenano, se esse dipende dall’accumulo di cerume in eccesso ad esempio, sarà sufficiente rimuoverlo con l’aiuto dello specialista, alcuni pazienti hanno tratto sollievo con l’impianto cocleare, ad ogni modo la soluzione migliore è consultare il proprio medico curante dal momento che i sintomi e la gravità dell’acufene variano da persona a persona. E’ molto importante la prevenzione che contribuisce a proteggere l’udito, ad esempio se per lavoro si è costretti all’esposizione a forte fonti di rumore può risultare molto utile l’utilizzo di tappi o cuffie per le orecchie.

 Consulta anche: Acufene – Wikipedia

Potrebbe interessarti anche:

Iperacusia

Anatomia dell’orecchio

Otite

Photo credits: tinnitustopped.com - www.geraldquigley.com