Sincope: definizione e consigli utili

By  |  0 Comments

Definizione di Sincope

Sincope

La sincope, o svenimento, viene causata da veri fattori, il più comune è il mancato apporto di sangue al cervello.

La sincope, conosciuta più comunemente con il termine di svenimento, è una condizione temporanea che implica la perdita di conoscenza causata generalmente da un improvviso calo di flusso sanguigno che va al cervello. Lo svenimento genera una serie di sintomi tra cui vertigini e nausea, giramento di testa e vista offuscata, per poi portare il paziente a perdere i sensi fino a cadere. La sincope è un evento di breve durata che si aggira intorno ai 2 minuti circa dopo i quali la persona colpita riprende conoscenza e torna lentamente al suo stato vigile. Questa è una condizione che può colpire tutte le persone indipendentemente dall’età ma con maggiore presenza nelle persone anziane. La sincope si manifesta in differenti forme a seconda della cause che la scaturiscono, infatti essa può essere definita come sincope del seno carotideo quando viene provocata da un restringimento dell’arteria carotidea del collo, quest’ultima può dipendere da un movimento brusco che avviene nel voltarsi da un lato o ad esempio nell’indossare un collare a seguito di qualche incidente. La sincope prende invece il nome di vasovagale quando a seguito di eventi emotivi forti come lo stress o altri, lo stare in piedi per lungo tempo, presenza di alcune patologie o traumi, il paziente sviene. Infine la sincope viene detta situazionale perché si manifesta in presenza di un qualche stimolo gastrointestinale oppure in presenza di tosse. Altre cause della sincope possono essere aritmie o patologie a carico del cuore o un temporaneo aumento del volume del sangue nell’organismo. Questa condizione può verificarsi anche in presenza del morbo di Parkinson, neuropatie e neuropatia diabetica. Ad ogni modo ad oggi non esiste una causa specifica soltanto per la sincope, essa si manifesta per lo più per:

  • assenza di sangue al cervello
  • diminuzione della pressione improvvisa
  • mancanza di ossigeno
  • alzarsi in piedi velocemente
  • effettuare forti sforzi fisici con temperature ambientali elevate
  • emozioni e traumi sconvolgenti
  • dolori intensi e improvvisi
  • iperventilazione
  • diminuzione improvvisa della glicemia
  • assunzione di farmaci contro l’ipertensione
  • diabete
  • digiuno
  • febbre alta
  • convulsioni
  • attacchi di panico
  • disidratazione
  • assunzione prolungata di bevande alcoliche
  • assunzione di sostanze stupefacenti

Lo svenimento può manifestarsi in pochissimi episodi, in caso contrario, se la condizione è ricorrente, è bene consultare il medico perché potrebbe dipendere da fattori gravi e pericolosi per la salute.

Trattamento e consigli utili:  Dal momento che la sincope può manifestarsi in persone anche assolutamente sane, non vi è un vero e proprio trattamento anche perché tale condizione se si manifesta una o due volte non è sintomo di situazioni preoccupanti e di conseguenza non comporta danni per la salute del paziente. In caso contrario come già detto è fondamentale una visita medica per ulteriori accertamenti. Ad ogni modo se si avverte la sensazione di stare per svenire è importante sedersi o sdraiarsi subito evitando successivamente di rialzarsi troppo velocemente, in posizione seduta può essere utile mettere la testa tra le ginocchia per diminuire la sensazione di svenimento. Se invece vi trovate di fronte ad una persona svenuta essa deve essere messa sdraiata in posizione supina posizionando le gambe sopra dei cuscini o un ripiano che le porti sopra il livello del cuore (30 cmq circa). Nel caso in cui il soggetto non riprenda conoscenza entro 1-2 minuti è necessario contattare immediatamente i soccorsi sanitari. Controllare subito se il paziente respira e se le vie aeree sono libere, in caso di vomito non posizionate il paziente a pancia in su poiché rischierebbe di soffocare. Se nella fase di caduta se il paziente dovesse aver riportato lesioni o altri traumi è importante curarlo appena possibile per evitare eventuali emorragie importanti.

Consulta anche: Sincope – Wikipedia

Potrebbe interessarti anche:

Stato confusionale

Vertigini

Convulsioni

Photo credits: www.pogophysio.com.au - www.youtube.com