Zika virus: prevenzione e definizione

By  |  0 Comments

Definizione di Zika virus

Virus Zika

Il virus Zika viene trasmesso attraverso le punture di zanzare e benché non risulti pericoloso per l’essere umano, può causare malformazioni al feto in donne in gravidanza.

Con il virus Zika si intende una condizione trasmessa all’essere umano attraverso le punture di zanzare e attualmente è diffuso in paesi come Brasile, Colombia, Guatemala, Messico, Panama, Puerto Rico, Venezuela. Ad oggi fortunatamente sembrerebbero assenti i casi in Italia. La specie di zanzara che trasmette il virus prende il nome di Aedes, nota anche per la diffusione di virus Chikunguya e Dengue. Questi tipi di zanzare risultano piuttosto aggressive nelle ore diurne e vivono vicino alle persone. Il virus arriva alla zanzara attraverso il contatto con una persona già infetta e dunque nel momento in cui la punge, in questo modo il virus viene passato ad altre persone attraverso la puntura dell’insetto infetto. Il virus Zika ad ogni modo per l’essere umano non comporta problematiche gravi, queste si presentano invece nelle donne in gravidanza che possono trasmettere il virus al feto, al contrario sembrerebbe che nella fase di allattamento il virus non venga trasmesso. Sembra inoltre che il virus Zika possa essere contratto a causa delle trasfusioni di sangue così come attraverso i rapporti sessuali che però non comporterebbero rischi in caso di futura gravidanza. Una donna affetta da virus Zika ma non ancora in fase di gravidanza dunque non sembrerebbe trasmettere il virus al feto. La contrazione del virus Zika non comporta sempre una sintomatologia, quando invece essa è presente prevede sintomi come:

Il virus Zika anche se genera un’infezione, come già detto non è pericoloso e si risolve spontaneamente dopo una settimana circa, rari sono i casi in cui il paziente necessiti di cure ospedaliere, non comporta danni per la salute e non vi sono mai stati casi di decesso. In gravidanza il virus Zika invece può comportare complicazioni molto gravi nel feto come microcefali, ovvero quando la testa del bambino risulta più piccola del normale, e altre malformazioni gravi. Le donne in gravidanza o che intendono avere dei bambini, possono prevenire la trasmissione del virus evitando di viaggiare in paesi dove è diffuso, è consigliato inoltre l’utilizzo di prodotti repellenti adeguati contro le punture di insetto. E’ importante sapere che il virus rimane in circolo nel sangue solo per qualche giorno, per tanto non risulta pericoloso a distanza di tempo per una futura gravidanza.

Consigli utili: dal momento che il virus Zika non è pericoloso per l’essere umano, ad oggi non esistono cure ne vaccini specifici, in caso di trasmissione si consiglia comunque di bere molti liquidi, stare a riposo, assumere paracetamolo in caso di febbre e dolori.

Consulta anche: Zika virus – Wikipedia

Photo credits: www.popsci.com - sagligimicin.com