Aderenze addominali: definizione e trattamento

By  |  0 Comments

Aderenze AddominaliDefinizione di Aderenze Addominali

Con aderenze addominali si intendono parti di tessuto che vengono a formarsi tra organi addominali e tessuti dell’addome stesso. Gli organi del corpo umano sono scivolosi per natura e questo garantisce loro di seguire normalmente i movimenti del corpo, quando si presentano le aderenze addominali invece i tessuti tendono ad aderire tra loro e agli organi. Questa condizione altera la le funzioni e l’anatomia degli organi e dei tessuti e si sviluppa maggiormente a carico dell’intestino e del basso ventre in generale. Solitamente però le aderenze addominali non risultano pericolose, qual’ora lo diventassero potrebbero comportare ostruzioni intestinali, dolore cronico a carico dell’addome, e infertilità nella donna. La causa più frequente che scatena questa condizione è dovuta ad interventi di tipo chirurgico proprio a carico dell’addome o dell’intestino ma anche da interventi di tipo ginecologico. Le aderenze addominali possono essere piuttosto frequenti in pazienti che hanno subito questi tipi di interventi, ma possono presentarsi anche a distanza di alcuni anni dopo l’operazione. Nello specifico le aderenze addominali possono essere causate da fattori come:

  • incisioni o lievi lesioni a carico dei tessuti degli organi interni
  • coaguli di sangue non rimossi perfettamente durante l’operazione
  • contatto durante l’operazione con oggetti estranei come guanti o garze

Tuttavia vi sono poi alcune condizioni patologiche che favoriscono la comparsa di aderenze addominali anche se si tratta di episodi più rari, si tratta in genere di infiammazione dei tessuti, appendicite grave, endometriosi, grastoenterite infettiva avanzata, ulcere e coliti, anomalie a carico dei tessuti e in generale molte malattie sessualmente trasmissibili. Molto spesso le aderenze addominali sono asintomatiche ma in caso contrario si presenta un dolore addominale simile a quello dovuto dall’appendicite o dall’endometriosi, inoltre possono essere fortemente dannose in casi gravi poiché comportano lo spostamento dell’intestino e ostruzione di esso. L’ostruzione dell’intestino ne  impedisce il regolare svuotamento, tale condizione risulta particolarmente severa per tanto è necessario l’intervento medico immediato. Ulteriori sintomi in caso di aderenze addominali sono:

  • nausea e vomito
  • crampi addominali
  • senso di gonfiore addominale
  • rumori addominali

Questi sintomi non devono assolutamente essere ignorati se vi siete sottoposti ad un intervento a carico di intestino o basso ventre. Nelle donne l’infertilità dovuta dalle aderenze addominali è causata dal fatto che gli ovuli hanno difficoltà a raggiungere l’utero o le tube potrebbero ritorcersi su se stesse.

Rimedi e trattamento:  Quando le aderenze addominali non provocano rischio per la salute e non causano alcun sintomo generalmente non è necessario intervenire in alcun modo. In casi rischiosi l’unico rimedio efficace è l’intervento chirurgico che rimuove le aderenze, ma anche in caso di ostruzione intestinale, quando questa non è totale può essere ridotta intervenendo con una dieta priva di latte e latticini ma liquida e costituita da alimenti ad alta digeribilità.

Consulta anche: Aderenza – Wikipedia

Potrebbe interessarti anche: Mal di stomaco - Gastroenterite - Infiammazione dell’addome

Photo credits: www.alemihaber.com - www.pinterest.com