Calli: prevenzione e trattamento

By  |  0 Comments

Prevenzione e cura per i Calli

CalliI calli, che in medicina vengono definiti con il termine di ipercheratosi, si formano generalmente su mani e piedi, si tratta di un ispessimento della cute che ha origine localizzata e si presenta su palmi delle mani, sulle piante dei piedi o tra le dita. I calli si manifestano a seguito di frequente pressione nel solito punto, irritazione cutanea ma anche a causa di avvelenamento da arsenico. Questa condizione non comporta gravi danni per la salute, talvolta sono del tutto innocui ma in altri casi sono fonte di forte fastidio, possono causare vesciche e infezioni e solitamente il paziente preferisce rivolgersi al medico specialista per poterli rimuovere. Tuttavia il callo può essere una risposta di difesa per la cute stessa che sottoposta a stress continuo da sfregature o pressione risponde in questo modo. Vediamo le cause principali nello specifico che determinano e favoriscono la formazione di calli:

  • alcune attività sportive
  • pressione da scrittura
  • attività manuali ripetute
  • camminare scalzi
  • indossare calzature senza calzini
  • indossare frequentemente tacchi alti
  • camminare o correre per molto tempo con scarpe non adeguate

Quando la presenza di calli non è dovuta da pressione o altri fattori stressanti per la cute, è possibile che la fonte che li causa sia di natura patologica e quindi che dipenda da altre patologie come ad esempio la sifilide o a causa dell’esposizione a veleni, ma anche la frequente esposizione al sole. In generale anche lievi o importanti anomalie anatomiche nella pianta del piede possono favorire la comparsa di calli nel paziente, così come l’utilizzo non solo di scarpe non adatte ma anche strette che non lasciano sufficiente spazio al piede per potersi muovere comodamente. La pelle coinvolta da calli si presenta secca e ruvida, i calli tuttavia possono presentarsi anche come molli e spugnosi, questi ultimi in particolare devono essere tenuti sotto controllo perché favoriscono maggiormente le infezioni cutanee. In alcuni casi i calli non sono solo fastidiosi ma possono provocare un forte e intenso dolore localizzato soprattutto nella zona centrale rispetto a dove si sono formati, in questo caso è preferibile rimuoverli in particolare perché compromettono la postura. Anche se di per sé non comportano gravi rischi è sempre bene fare una visita medica per accertarsi di non compromettere la salute, in alcuni casi, anche se più rari, i calli possono favorire la comparsa di ulcere e persino la cancrena.

Prevenzione e trattamento: Il callo deve essere rimosso soltanto in caso di forte dolore o eventuali complicanze, specialmente se il paziente non è portatore di altre malattie e in generale si presenta in salute. I calli tendono a risolversi spontaneamente eliminando la fonte che li causa, come un paio di scarpe scomode o la pressione a cui vengono frequentemente sottoposti. Se i calli si presentano in pazienti affetti da diabete o in coloro che soffrono di problemi legati alla circolazione sanguigna invece è importante prendere provvedimenti per evitare rischi gravi per la salute, il medico prima di rimuovere il callo potrebbe prescrivere l’utilizzo di creme e unguenti specifici che alleviano il dolore e indeboliscono il callo. I calli poi possono essere ridotti con l’utilizzo della pietra pomice. Per prevenire la comparsa di calli si consiglia di utilizzare calzature comode che non provochino stress ai piedi, indossando sempre i calzini, evitando tessuti sintetici che non fanno traspirare la pelle. Di tanto in tanto sono utili anche i pediluvi ed è fondamentale praticare una corretta igiene. Per le attività manuali come ad esempio il giardinaggio è importante l’utilizzo dei guanti. Consigliato anche l’utilizzo di creme per mantenere la pelle morbida e idratata che previene la formazione di calli.

Consulta anche: Callo – Wikipedia

Potrebbe interessarti anche: CancrenaDermatite - Salute delle unghie

Photo credits: 4betterfeet.com - riptskinsystems.com