Ginkgo Biloba: i benefici

By  |  0 Comments

Ginkgo BilobaDefinizione dei benefici del Ginkgo Biloba.

Il Ginkgo Biloba è una pianta originaria della Cina ed è ricca di principi attivi utili al benessere e alla salute dell’organismo.

Il Ginkgo Biloba infatti migliora la circolazione sanguigna, migliora la memoria e diminuisce il senso di vertigine. Le foglie di questa pianta, che sono poi la parte che viene estratta per realizzare prodotti erboristici, si possono trovare come integratore alimentare in erboristeria, farmacia, e anche nei negozi on-line. Il Ginkgo Biloba si può assumere in capsule, o come fiale a contenuto liquido, circa due volte al giorno a seconda delle proprie necessità, ad ogni modo per le dosi di assunzione si può chiedere consiglio all’erborista o al farmacista. Si ricorda che questo tipo di rimedio al naturale non deve sostituire le terapie farmacologiche di casi specifici, ma deve essere un contributo in più che favorisce il benessere e una buona salute. Vediamo adesso nello specifico quali sono i benefici del Ginkgo Biloba:

  • diminuzione della pemeabilità capillare
  • migliora la circolazione del sangue a livello cardiaco
  • contrasta i radicali liberi
  • aumenta il tono venoso
  • è un antiossidante
  • ha un effetto anti-age
  • rafforza le pareti dei vasi sanguigni
  • previene le calvizie
  • previene l’alopecia
  • previene la formazione di vene varicose
  • contrasta l’emicrania
  • contrasta l’acufene
  • contrasta il diabete
  • è un rimedio contro disturbi bronchiali
  • è un rimedio contro i disturbi alla vista
  • contrasta la depressione
  • migliora le abilità cognitive
  • migliora la memoria

Il Gingko Biloba contiene principi attivi come catechine, flavonoidi, proantocianidine e bioflavonidi, utili a contrare i radicali liberi. Ad oggi questa pianta viene coltivata sia in Oriente che in Occidente. Oltre ai benefici precedentemente descritti, pare che l’assunzione del Ginkgo Biloba contribuisca a prevenire l’aggregazione delle piastrine evitando a sua volta il rigetto di organi trapiantati, contrasta la comparsa di emboli, apoplessie e attacchi cardiaci. La capicità di distribuire un corretta quantità di ossigeno e glucosio al cervello, aumenta l’acuità mentale, favorendo dunque la concentrazione e le facoltà cognitive in generale, rallenta inoltre il progredire dell’Alzheimer.

Controindicazioni: Nonostante che il consumo del Ginkgo Biloba contribuisca a portare molti benefici, è necessario sapere che non è privo di controindicazioni, infatti coloro che assumo farmaci diuretici, anticoagulanti, trombolitici o a base di acido ecetisalicilico dovrebbero evitare di assumere il Ginkgo Biloba, esso inoltre non deve essere assunto in associazione a prodotti che contengono aglio o estratti di salice poiché aumenta la gastrolesività. Evitare di assumere il Ginkgo Biloba nella fase di allattamento e gravidanza, è sconsigliato per le persone che soffrono di attacchi epilettici, e non è indicato per i bambini.

Consulta anche: Ginkgo Biloba – Wikipedia