Osteoporosi: definizione e prevenzione

By  |  0 Comments

OsteoporosiDefinizione di Osteoporosi

Il disturbo dell’Osteoporosi è una condizione che causa danni e fragilità alla struttura ossea del nostro corpo.

L’Osteoporosi è dovuta infatti ad un problema di metabolismo osseo, dove i minerali non vengono apportati all’organismo nel modo dovuto. Quella dell’osteoporosi è una malattia di tipo cronico.  I minerali che vengono a mancare o vengono assorbiti in misura ridotta solitamente sono il calcio e il fosforo. Come conseguenza le ossa si presenteranno non solo più fragili ma anche più sottili, spugnose, frammentate in punti differenti; queste condizioni fanno sì che tutta la struttura ossea sia più facilmente soggetta a traumi riuscendo a sopportarli di meno rispetto ad un’ossatura sana. In un trauma anche lieve purtroppo l’osteoporosi può portare perfino alla frattura dell’osso coinvolto, come ad esempio un trauma a carico di vertebre, polsi, costole e degli arti. L’osteoporosi colpisce più frequentemente le persone anziane, ma in condizioni particolari può presentarsi anche nei giovani, come ad esempio a causa di disordini nei cicli ormonali, ed particolarmente frequente nelle donne in menopausa. Per capire come mai l’osteoporosi può manifestarsi è necessario conoscere la struttura delle ossa. In tal senso c’è da sapere che le ossa sono composte da sali minerali, matrice organica, che è costituita da collagene sulla quale si depositano i minerali, e cellule ossee. L’osso è inoltre composto da tessuto vivo ed ha bisogno di essere rimodellato per poter mantenere il suo normale stato di salute. In questo l’attività fisica è un valido aiuto, al contrario, una vita sedentaria potrà compromettere la salute delle ossa. Le ossa ”vecchie” inoltre vengono riassorbite da quelle nuove nella fase di rimodellamento e assorbimento dei minerali, lo stesso processo avviene in fase di crescita quando la struttura ossea cambia. In condizioni di salute stabile, il riassorbimento avviene in maniera del tutto bilanciata, questo non avviene in condizioni di salute anomale specie se la condizione di assorbimento dei minerali viene meno ed è quindi considerata una condizione patologica. In sintesi le cause dell’osteoporosi sono:

  • invecchiamento
  • disfunzioni ormonali
  • riduzione di ormoni sessuali  quali gli estrogeni
  • menopausa (nelle donne)
  • assunzione a lungo termine di farmaci a base di cortisone o farmaci anticonvusivanti
  • insufficienza renale cronica
  • insufficienza epatica
  • abuso di bevande alcoliche
  • ossa sottili
  • amenorrea
  • anoressia
  • bulimia
  • fumare

Trattamenti e prevenzione: Per poter prevenire la comparsa dell’osteoporosi è necessario intervenire già in giovane età, soprattutto al momento dello sviluppo e della crescita della struttura ossea. In particolare è consigliato assumere una giusta quantità di sali minerali quali calcio, fosforo e vitamina D, quest’ultima in particolare viene stimolata con l’esposizione al sole, si consiglia comunque di evitare l’esposizione negli orari dove la luce del sole raggiunge un’intensità troppo elevata nel periodo estivo. A queste attenzioni deve essere associata una buona e regolare attività fisica. Le terapie per l’osteoporosi ad oggi sono effettuate con farmaci quali i bisfosfonati, raloxifene, teriparatide, ranelato di stronzio, a seconda delle cause che comportano l’osteoporosi. Tuttavia prima di assumere qualsiasi farmaco è necessario consultare il proprio medico. Le terapie precedentemente descritte ad ogni modo non risolvono il problema dell’osteoporosi ma sono utili ad alleviarne i sintomi e a prevenire le fratture.

Consulta anche: Genacol italia – per la rigenerazione del collagene