Benessere: Consigli al naturale.

By  |  0 Comments

Benessere: Consigli al NaturaleBenessere: Consigli al naturale.

Il Benessere si sa è un’esigenza che molte persone vanno ricercando, fra le attività sportive, lo stile di vita e l’alimentazione, proprio tra gli ingredienti che possiamo trovare nella nostra cucina, ce ne sono alcuni dai quali possiamo trarre tanti benefici.

Se il nostro organismo o il nostro corpo è a disagio a causa di qualche disturbo che quindi compromette il proprio benessere, possiamo ricorrere ad alcuni prodotti alimentari che risolvono specifiche problematiche. Vediamo alcuni disturbi e come risolverli in modo efficace:

  • Forfora: Questo disturbo, è caratterizzato da una sensazione di prurito a carico del cuoio capelluto che tende a desquamarsi, e le cause che la provocano sono differenti; pelle secca, dermatiti, psoriasi, e disturbi in generale legati a una disfunzione delle ghiandole sebacee che produco sebo in eccesso. Per poter trattare in modo naturale questo disturbo possiamo provare ad utilizzare l’aceto di mele. Questo infatti grazie alla sua composizione acida modifica il pH del cuoio capelluto e lenisce la cute. Può essere utilizzato nel modo che segue: riempire un quarto di una tazza o altro recipiente di aceto, e riempirlo poi in dosi eguali di acqua, mescolare e applicare sulla cute con l’aiuto di un contagocce o eventuale flacone a spray. Nell’applicazione fate attenzione a non far entrare in contatto il composto con gli occhi e le orecchie. Tenete in posa dai 15 minuti ad un un’ora, a seconda della gravità del disturbo, e avvolgete la testa in un panno. In seguito effettuate come sempre lo shampoo. L’utilizzo di questo composto è consigliato per almeno due volte a settimana, associandolo a detergenti delicati e possibilmente con assenza di sostanze chimiche.
  • Calli: Si tratta di un disturbo cutaneo dove la pelle risulta ispessita e indurita, si presentano a seguito di pressione ricorrente a carico della zona coinvolta, normalmente su dita di mani e piedi. Un rimedio naturale può essere la liquirizia, essa infatti contiene delle sostanze simili agli estrogeni, e se applicata nella parte dove si presenta un callo, tende ad ammorbidire la cute. Per l’applicazione si consiglia di sbriciolare 3-4 bastoncini di liquirizia, una volta effettuato questo passaggio, devono essere miscelati con un cucchiaino di olio di sesamo. La sera prima di andare a dormire, utilizzate il composto ottenuto come una sorta di scrub, nel giro di pochi giorni i calli risulteranno meno spessi e la pelle ammorbidita.
  • Schegge sotto pelle: Può capitare che in caso di contatto con il legno, una scheggia riesca a penetrare la pelle e a causare fastidio e bruciore. In tal caso molte persone sono solite usare delle pinzette o un ago sterilizzato per asportare la scheggia, tuttavia un altro metodo efficace è quello della buccia di banana matura. La parte della polpa deve essere applicata sulla parte di cute lesa, bisognerà poi avvolgere il tutto con una garza e lasciare in posa per un’intera notte. La buccia di banana in questo caso produce enzimi, utili per l’estrazione spontanea della scheggia. Nel caso in cui la scheggia sia riuscita ad arrivare in profondità, è possibile che l’operazione debba essere ripetuta.
  • Afte: Un afta è una sorta di lesione cutanea che si presenta a carico del cavo orale quando questo presenta un’infiammazione. Per lenire la sensazione di bruciore dovuta a questo piccolo disturbo si può ricorrere al tè al lampone. Esso contiene i flavonoidi utili a riparare la lacerazione e diminuire l’infiammazione a carico del tessuto. Inoltre questa bevande è utile per lenire il dolore e velocizzare i tempi di guarigione.
  • CrampiIl crampo è una contrazione del muscolo involontaria e piuttosto violenta e si verifica quando questo non è rilassato. Per attenuare la comparsa frequente di questo disturbo è possibile assumere succo di cetriolo. Questo succo deve essere assunto per circa 0,75 litri a partire dalla comparsa del crampo stesso.
  • Alitosi: Si tratta della presenza di un odore sgradevole che viene emesso durante la respirazione, si presenta per vari motivi tra cui ad esempio l’accumulo di cibi residui all’interno della bocca, oppure è dovuto da una scarsa idratazione della mucosa orale. Per combattere questo disturbo che provoca anche un certo disagio è possibile utilizzare la salvia. Essa infatti è un ottimo antibatterico ed è molto utile nel caso di irritazione delle gengive.
  • Punture di insettoPer combattere il fastidio, il prurito o il bruciore dovuto alle punture di insetti si può utilizzare il succo di lime diluito con acqua. Il composto deve essere applicato sulla zona da trattare con un piccolo impacco o con del cotone, tale trattamento darà sollievo alle pelle ed inoltre è utile per evitare eventuali infezioni.

Consulta anche: Benessere-Wikipedia