Sclerodermia: Definizione.

By  |  0 Comments

SclerodermiaDefinizione di Sclerodermia.

Per Sclerodermia si intende un tipo di malattia cronica, definita anche con il termine di sclerosi sistemica progressiva. Coinvolge la cute generando un ispessimento di essa.

La Sclerodermia coinvolge in particolare alcune zone: gli arti, la pelle che circonda la bocca, ed alcuni organi come reni, intestino, polmoni e cuore. Se la malattia colpisce gli organi non deve essere assolutamente trascurata poiché potrebbe indurre il soggetto fino al decesso. La Sclerodermia predilige soggetti femminili di età compresa tra i 40 e 50 anni, e si verifica nella sua forma più grave intorno ai 20-25 anni di età. Ad oggi non sono ancora chiare le cause scatenanti di questa malattia, tuttavia è possibile ipotizzare una predisposizione genetica, ma non è sempre trasmissibile per via ereditaria. Tra le altre ipotesi che potrebbero causare la malattia si fa riferimento ad un virus capace di accedere alle cellule riproducendosi come parassita causando tal volta la morte nel paziente. Inoltre pare che alcune sostanze di natura sintetica come gli idrocarburi aromatici, il contatto con resine epossidiche e cloruro di vinile, siano capaci di originare una fibrosi simile alla malattia della Sclerodermia. Questa malattia viene solitamente suddivisa in due tipologie:

  • Sclerodermia Sistemica: A sua volta suddivisa in altre sottocategorie ovvero: limitata, quando la pelle presenta un indurimento in superficie, diffusa quando le zone interessate sono le estremità del viso, del tronco e degli organi interni, ad overlap quando la malattia presenta disturbi a carico del tessuto connettivo, a crest ovvero quando la sclerodermia presenta calcinosi, disturbi all’esofago, sindrome di Raynaurd, sclerodattilia e teleangectasie.
  • Sclerodermia Localizzata: La malattia in questo caso è di tipo lineare e provoca cicatrici sugli arti e sul viso, e inoltre presenta una sorta di esfoliazione a lastre con la pelle dura.

La Sclerodermia coinvolge in particolare le cellule dove si trovano i fibroblasti, le cellule dell’endotelio, le arterie, le cellule di difesa come linfociti B e T. In presenza di Sclerodermia il collagene si produce in quantità eccessive provocando appunto l’ispessimento della pelle, si presentano inoltre manifestazioni sclerotizzanti a carico di cuore, polmoni e intestino, ed una produzione di anticorpi smisurata.

Rimedi e Consigli Utili: Ad oggi purtroppo non esiste una vera e propria cura che permetta di risolvere completamente il disturbo della Sclerodermia, tuttavia esiste un trattamento in grado di controllarla; ad esempio il medico solitamente prescrive farmaci che possano ritardare la fibrosi. I farmaci in questione di solito sono isomero D della penicillina, inibitore chinasico imatinib, interferon gamma, calcitriolo, derivati della vitamina D, talidomide, prostaglandine.

Consulta anche: Sclerodemia-Wikipedia