Miosite: Definizione e Rimedi.

By  |  0 Comments

MiositeDefinizione e rimedi per la Miosite.

Per Miosite si intende un tipo di infiammazione che coinvolge i muscoli e arreca ad essi sensazioni dolorose e di debolezza. L’infiammazione varia a seconda della causa che l’ha scatenata.

La Miosite può arrivare ad essere molto grave fino a compromettere notevolmente la salute di chi ne è affetto, per tanto è necessario non sottovalutarla. La Miosite comporta comporta un deterioramento delle fibre muscolari, il dolore e la debolezza muscolare si avvertono soprattutto nel momento in cui il muscolo è in contrazione, nel tempo la malattia può provocare anche atrofia muscolare. Le zone del corpo maggiormente a rischio sono tutte quelle che garantiscono il movimento e che si trovano in prossimità del tronco, in particolare: collo, spalle, braccia, anche e cosce. Se la Miosite tende ad aggraversa può coinvolgere anche il polpaccio, i muscoli dell’apparato circolatorio, respiratorio e digerente, e i legamenti. Dal momento che la Miosite si diversifica a seconda dei fattori che la scatenano è stata classificata in più categorie:

  • Miosite Infiammatoria Idiopatica: In questo caso si tratta di una forma di Miosite piuttosto rara della quale è difficile comprendere il fattore scatenante. In questo caso la Miosite può verificarsi come poliomiosite idiopatica, miosite da corpi inclusi e dermatomiosite idiopatica. Queste varie forme di Miosite sono simili alle malattie autoimmuni, dove il sistema immunitario piuttosto che svolgere la normale funzione di protezione dell’organismo tende ad attaccarlo. Nelle forme di Miosite Idiopatiche che comprondono la dermatomiosite, la miosite da corpi inclusi e la polimiosite, i sintomi comprendono debolezza muscolare e nella fase iniziale con assenza di dolore, solo in seguito si presenterà anche quest’ultimo con indolenzimento muscolare. Se la malattia della poliomiosite interessa i muscoli prossimali il soggetto lamenta mialgia, difficoltà motorie, affaticamento, per tanto i normali gesti abitudinari come sollevare dei pesi, salire le scale, o alzarsi da seduti, diventano difficili da praticare. Se la malattia si diffonde fino ai muscoli lisci e i distali, la mialgia può presentarsi anche a mani e apparato digerente. A questo punto i pazienti presenteranno difficoltà nel deglutire, a scrivere e in generale ad effettuare tutti quei movimenti che richiedono l’utilizzo delle mani. Nelle forme avanzate la malattia non comporta solo atrofia muscolare ma i muscoli stessi risultano molli al tatto. La Miosite da corpi inclusi comporta debolezza dei muscoli delle gambe e in seguito anche quella delle braccia, mani, piedi, muscoli dell’esofago, provocando infine atrofia muscolare.
  • Miosite Infettiva: Questa è provocata da virus, batteri e in generale parassiti. Questi microrganismi sono di solito virus del tratto respiratorio, quelli influenzali, il virus che causa l’AIDS e i batteri stafilococchi. I sintomi in questo caso comprendono: febbre ad elevata temperatura, brividi, tossefaringite, affaticamento, gocciolamento nasale, arrossamento a carico della cute, talvolta possono presentarsi anche diarreavomito, e crisi respiratorie.
  • Miosite Ossificante: L’infiammazione comprende la comparsa di una massa ossea anomala interna ad i muscoli. Questa anomalia si presente a causa di un trauma muscolare molto grave con presenza di ematoma in profondità, la Miosite in questo caso rimane nella zona in cui si è formata l’anomalia ossea. I sintomi come per le altre forme comprondono debolezza muscolare e dolore ma questi si presentano anche dopo settimane dalla comparsa della malattia.
  • Miosite da Farmaci: Si presenta come effetto collaterale dopo l’assunzione o la combinazione di alcuni farmaci, solitamente quelli che abbassano il colesterolo come atorvastatina, simvastatina, statine, lovastatina, e un farmaco antivirale per la cura contro l’AIDS, ovvero la zidovudina. Il paziente può lamentare dolore a causa della comparsa di crampi.
  • Miosite dovuta ad altre patologie: In questo caso la Miosite può essere provocata dall’insorgenza di altre malattie come ad esempio: Lupus eritematoso sistemico, Tiroide di Hashimoto, Miastenia gravistumori al polmone, al seno e alle ovaie, Neoplasia, Sclerodemia.

Rimedi e Consigli Utili: Per poter definire il trattamento adeguato è necessario innanzi tutto comprendere che tipo di Miosite si è manifestata nel paziente. Nel caso di Polimiosite e Dermatomiosite il trattamento comprende la somministrazione di corticosteroidi come ad esempio il prednisone, in alternativa il medico potrebbe ritenere opportuna la somministrazione di immunosopressori come metotrexato o azatioprina o passare alla somministazione per via endovenosa di immunoglobuline. Nel caso di Miosite da corpi inclusi il trattamento prevede gli stessi farmaci utilizzati per trattare la Polimiosite o la Dermatomiosite, anche se in questo caso non sempre risultano efficaci. Per quanto riguarda la cura della Miosite Infettiva possono essere somministrati farmaci analgesici efficaci contro il dolore ed antifiammatori, oltre ad essi sono necessarie le cure che possano trattare i parassiti, virus o batteri che hanno scatenato la malattia come ad esempio mebendazolo o albendazolo. In caso di Miosite Ossificante non è necessario alcun trattamento poiché la massa ossea anomale che si è formata tende a sparire da sola, sono rari i casi in cui questo non avveniene e in questa evenienza si procede attraverso rimozione chirurgica. Quando la Miosite è dovuta dall’assunzione di alcuni farmaci che l’hanno scatenata è sufficiente risolvere l’infiammazione, tuttavia la guarigione completa richiede tempi lunghi, addirittura mesi. Se la Miosite dipende da altre malattie anche in questo caso si tende a risolvere l’infiammazione e la malattia che ha scatenato la Miosite. Durante la convalescenza si consiglia di rimane a riposo il più possibile.

Consulta anche: Miosite-Wikipedia