Coma: Come si manifesta e perché.

By  |  0 Comments

ComaDefinizione di Coma: Come si manifesta e perché.

Lo stato si un soggetto colto da Coma è una forma di incoscienza profonda che può manifestarsi per motivi molto differenti.

Il Coma è dunque una condizione non semplice da definire poiché si presenta a causa di fattori diversi pur comportando aspetti simili da un soggetto all’altro. Solitamente la definizione migliore riguardo al Coma è che il paziente entrato in uno stato di incoscienza profonda, non può essere risvegliato. In questo stato il paziente presenta funzioni vitali alterate, e perdita della sensibilità e della motilità spontanea. Per alcuni aspetti lo stato di Coma può sembrare simile ad altri stati come ad esempio il sonno, la morte cerebrale, lo stato vegetativo o lo stato soporoso, ma tra questi e il Coma esistono in verità delle notevoli differenze; riguardo al sonno per esempio, pur raggiungendo degli stati profondi, è possibile interromperlo. Nella morte cerebrale le funzioni del cervello sono completamente interrotte in modo irreversivile, il soggetto che ne è afflitto respira esclusivamente attraverso la respirazione artificiale, e questo non è possibile nello stato di coma. Riguardo allo stato vegetativo invece si riscontra che le funzioni neurologiche e cognitive e la percezione dell’ambiente non sono presenti, tuttavia il soggetto mantiene attivo il ciclo di sonno-veglia. Lo stato soporoso è uno stato nel quale il soggetto riesce comunque a rispondere agli stimoli in maniera istintiva. Il Coma può essere definito con vari termini, alcuni tra i più comuni in ordine di grado di profondità sono i seguenti: Coma vigile, di primo grado, Coma superficiale, di secondo grado, Coma profondo, come quello di secondo grado, e irreversibile, di quarto grado. Il Coma per come si presenta può avere durate differenti, infatti può durare solo qualche giorno, ma anche settimane, mesi e perfino durare molti anni. Quando avviene il risveglio, il quale può presentarsi a qualsiasi grado del Coma, questo purtroppo comporta spesso tutta una serie di complicazioni, a partire da disturbi e difficoltà motorie, cognitive e sensoriali che talvolta non possono essere recuperate o non tornano alle loro normali funzioni come prima del coma. Purtroppo il Coma può essere una condizione irreversibile, tuttavia non è semplice giungere a questo tipo di conclusione con semplicità. Questa condizione di incoscienza può essere dovuta a molte cause e a seconda del tipo di Coma che si presenta:

  • Coma Traumatico: Solitamente è il più frequente, ed è causato da ematomi extradurali o subdurali o da commozione cerebrale.
  • Coma Infettivo: Le cause possono essere ricondotte a patologie a quali ascesso cerebrale, meningite, encefalopatie da stati settici.
  • Coma Vascolare:  In questo caso il Coma può essere dovuto a emorragia subaracnoidea, cerebrale, da trombofleibite cerebrale, encefalopatie ipertensive o ictus.
  • Coma Tumorale: Lo stato di Coma è causato da tumori intra o extracerebrali, quindi tumori a carico del cervello, cervelletto o del tronco
  • Coma Epilettico: Come si può evincere dal nome è dovuto da una crisi epilettica.
  • Coma Metabolico: Questo tipo è causato da ipossia, ischemia cerebrale o cardiaca, insufficienza renale o epatica, acidosi, alcalosi metaboliche respiratorie, ipoglicemia, ipercalcemia, iperfunzionalità endocrina.
  • Coma da Termoregolazione alterata: Causato da ipotermia o all’inverso da un colpo di calore.
  • Coma Tossico: Può essere causato dall’ingestione di farmaci o sostanze sedative come oppiacei, tranquillanti, alcol etilico, oppure può essere indotto a causa dell’avvelenamento da cianuro, salicilati e metalli pesanti.

Rimedi: Nel caso del Coma il trattamento è generalmente basato per quanto possibile sulla rimozione dei fattori che lo hanno provocato, sul sostegno delle funzioni vitali che potrebbero risultare a rischio e compromesse, per tanto può rivelarsi necessaria la respirazione artificiale, l’idratazione, la terapia cadiotonica, e il controllo dell’equilibrio elettrolitico. Come già speficicato purtroppo non esiste un rimedio che garantisca il risveglio indotto al paziente in stato di Coma.

Consulta anche: Coma-Wikipedia