Intertrigine: Definizione e Rimedi.

By  |  0 Comments

IntertrigineDefinizione e Rimedi per l’Intertrigine.

Con il termine Intertrigine si intende un disturbo a carico della cute di natura morbosa che viene causato dallo sfregamento continuo di due superfici corporee adiacenti.

L’Intertrigine si presenta come una forma di dermatosi di tipo infiammatorio che sottopone le zone coinvolte ad una frizione continua, in queste zone del corpo il sudore tende a depositarsi compromettendo lo strato epidermico superficiale. Questa condizione favorisce le infezioni di tipo batterico. I batteri che provocano la malattia sono alcuni ceppi dei batteri Candida Albicans, e alcuni miceti del genere Epidermophyton. Altri possono essere Staphylococcus aures, lo Streptococcus Piogene, e Pseudomonas Aeruginosa. Questo disturbo è particolarmente presente nei paesi dove il clima tende ad essere caldo ed umido, coinvolge soprattutto i bambini, i giovani, le persone anziane e le persone obese, non predilige un sesso piuttosto che un altro, infatti colpisce in modo uguale sia uomini che donne. I fattori che favoriscono la comparsa dell’Intertrigine dipendono da alcune condizioni, ad esempio colpiscono maggiormente le persone obese perché il sudore che risiede tra le pieghe della pelle aumenta la proliferazione dei batteri che causano questa malattia, provocando di conseguenza danni alle pelle. L’Intertrigine compare spesso anche tra i neonati, in particolare manifestandosi tra le pieghe inguinali e dei glutei, questo perché oltre a risiede nel sudore dei bambini, i batteri riescono a provocare lesioni alla pelle perché presenti nelle feci leggermente alcaline contenute nel pannolino. Altri fattori che favoriscono questa malattia sono l’utilizzo di calzature eccessivamente strette, il materiale sintetico dei pannolini, e condizioni igieniche scarse o trascurate. Le parti del corpo più predisposte all’Intertrigine sono quelle maggiormente esposte al deposito di sudore come: zona inguinale, ascelle, zona interdigitale (dita delle mani e dei piedi), la zona sotto al seno, addome (per coloro in sovrappeso), glutei, collo, zona retroauricolare, ma anche l’interno coscia, dove il soggetto di solito è in sovrappeso e le gambe in prossimità dell’interno coscia appunto tendono a strofinare l’una contro l’altra. Talvolta la malattia può presentarsi anche in prossimità dei due lati della bocca poiché sottoposti a continua umidità a causa della saliva. Se l’Intertrigine viene trascurata e l’igiene è scarsa quando si manifesta in prossimità della zona inguinale può diffondersi e nelle donne provocare vaginite, ma può diffondersi anche fino alla zona perianale diffondendo ulteriormente l’infezione. I sintomi della malattia comprendono: arrossamento della zona coinvolta, desquamazione della cute, disepitelizzazione, irritazione, dolore, lesioni a carico della parte coinvolta, sanguinamento, comparsa di vesciche talvolta maleodoranti e purulente che tendono a scoppiare, comparsa di croste, prurito, se trascurata l’intertrigine può diventare una dermatite settica e l’infezione si aggrava.

Rimedi e Consigli Utili: In caso di sospetta Intertrigine è necessario il consulto medico. Il medico procederà poi all’isolamento dell’infezione batterica in circolo. Verranno poi somministrate apposite pomate, creme o lezioni antibiotiche o antimicotiche associate ad altre terapie cicatrizzanti, in presenza di forte dolore il medico potrebbe consigliare anche dei farmaci antidolorifici come il paracetamolo. E’ possibile associare alla terapia medica alcuni rimedi naturali che si possono trovare in erboristeria come l’Aloe Vera in gel utile per lenire il prurito e il dolore causato dalla malattia, rinfresca immediatamente e cicatrizza, Semi di Pompelmo utili per disinfettare ed eliminare batteri e funghi, Oleolito d’Iperico ad effetto cicatrizzante e disinfettante, Burro di Karitè elasticizzante e nutriente dà sollievo alla pelle irritata. Per prevenire l’Intertrigine si consiglia, soprattutto nei neonati e nelle persone in sovrappeso, l’utilizzo di talchi o creme protettive da applicare sulla pelle, assicurandosi prima di aver effettuata una corretta igiene, scegliendo detergenti e prodotti adatti al vostro tipo di pelle non aggressivi e non irritanti. Una volta effettuata l’igiene personale è necessario procedere ad una buona asciugatura del proprio corpo per evitare che la pelle rimanda umida a lungo, favorendo l’accesso a batteri e la comparsa di funghi.

Consulta anche: Intertrigine-Wikipedia