Legionellosi: Infezione definizione.

By  |  0 Comments

LegionellosiDefinizione di Legionellosi come Infezione

Con il termine Legionellosi ci si riferisce ad un tipo di infezione causata da batteri chiamati appunti Legionella, e si presente solitamente con due varianti.

Il battero Legionella che provoca la Legionellosi è capace di penetrare nel soggetto ospitante tramite le mucose o attraverso le vie respiratorie, i fattori che possono favorire tale ingresso del batterio nell’ospite sono l’assunzione di acqua contaminata, l’utilizzo di macchinari come aeresol contaminati o in casi più rari a causa della respirazioni di polveri anch’esse contaminate. La Legionella in seguito raggiunge i polmoni riuscendo a proliferarvi fino ad infettare le cellule, può dunque riuscire a scatenare una polmonite in forma acuta o danneggiare i legionali. Questo tipo di forma di infezione data dalla Legionellosi è quella più grave poiché nella maggior parte dei casi può essere addirittura letale per l’ospite. L’incubazione della malattia dei legionali ha un periodo di incubazione dai 2-10 giorni, e presenta sintomi simili a quelli di una comune influenza, per tanto si presenta con emicrania, tosse, difficoltà respiratorie, e febbre alta, in alcuni casi i sintomi possono aggravarsi presentando ascesso polmonare e disturbi gastrointestinali. Proprio a causa di questi sintomi simili all’influenza e che fanno pensare appunto ad una polmonite diagnosticare la Legionellosi per tempo non è sempre possibile, tuttavia per quanto assurdo proprio quando la Legionella scatena problematiche più serie tra quelle precedentemente accennate come problemi gastrointestinali e renali e problemi neurologici aumentano le possibilità di guarigione proprio perché a questo punto con la diagnosi è possibile accertare la presenza di Legionella nell’organismo. Oltre alla Malattia dei legionali la Legionella si presenta anche come Febbre di Pontiac in forma acuta. Questa variante della malattia venne chiamata così a causa dell’epidemia febbrile che si verificò nel 1968 a Pontiac, Michigan. E’ una forma di lieve entità che presenta principalmente sintomi di tipo influenzale, non è rischiosa al punto di provocare il decesso ma è molto contagiosa. A seguito della contrazione di questa malattia, 1 o 2 giorni circa, si presentano sintomi come febbre alta, malessere generale, brividi, tossemal di gola, in questo caso la malattia si risolve in maniera spontanea entro 5 giorni circa senza dover assumere farmaci. I principali soggetti a rischio di contaminazione da Legionella sono soggetti di sesso maschile, di età avanzata, che consumano abitualmente bevande alciliche e tabacco, soggetti che soffrono di patologie croniche ai polmoni, individui soggetti alle seguenti malattie: HIV, diabete, tumori, ecc (in generale patologie che provocano immunodepressione), ad ogni modo la Legionellosi colpisce anche individui  sani. Ad oggi nel nostro paese le contaminazioni da Legionella avvengono soprattutto a causa dell’introduzione di acque contaminate nell’organismo, tuttavia è piuttosto raro ammalarsi a causa del batterio Legionella.

Rimedi e Consigli Utili: Nel caso di malattia dei legionali se la diagnosi ha scoperto la Legionellosi probabilmente le terapie consigliate comporteranno la prescrizione di eritromicina e rifampicina, ovvero degli antibiotici utili a diminuire i sintomi e il rischio di decesso. Tale trattamento deve poter durare per almeno 3 settimane per evitare ricadute o peggioramenti della malattia. Si consiglia il consulto medico, il riposo e un’alimentazione corretta ed equilibrata.

Consulta anche: Legionellosi-Wikipedia