Impetigine: Definizione e Rimedi

By  |  0 Comments

ImpetigineDefinizione di Impetigine e Rimedi

L’Impetigine è una malattia solitamente diffusa nell’età dell’infanzia e si tratta di un’infezione che coinvolge la cute, è di natura molto contagiosa.

 L’ Impetigine presenta principalmente due forme: sulla pelle si forma uno strato crostoso di colore giallo e talvolta con la presenza di vescicole, oppure si presenta dando origine a bolle anche piuttosto grandi sempre in prossimità della cute, queste possono essere pericolose poiché arrivano a causare anche delle lesioni. L’Impetigine è causata solitamente da streptococco o stafilococco dorati, o da entrambi nello stesso momento. Questi batteri depositano solitamente nella zona nasale, orale e perianale, e proprio perché solitamente si presenta nei bambini si tratta di auto-contaminazione, non a caso l’impetigine si manifesta proprio nelle zone precedentemente accennate. Tuttavia è possibile che questa riesca ad estendersi anche lungo le articolazioni e al collo. Essa si contrae attraverso lo scambio di biancheria e l’utilizzo condiviso di asciugami ma anche attraverso il semplice contatto da persona a persona. Esistono alcuni fattori che sono in grado di favorire la malattia dell’impetigine come ad esempio: punture di insetti, lesionieczema, scabbia, varicella, pediculosi, igiene scarsa o assente, alcuni farmaci come immunosoppressori o corticosteroidi, diarrea infezioni nasali. Vediamo adesso nello specifico i due tipi di impetigine:

  • Impetigine Crostosa: generalmente questo tipo di forma è la più diffusa e coinvolge i bambini fino ai 10 anni di età. Si presenta con un eruzione di tipo cutaneo caratterizzata da bolle o vescicole trasparenti, e la zona coinvolta risulta inoltre arrossata. Le vescicole tendono a scomparire nell’arco di poche ore e al loro posto si presentano delle croste gialle mantenendo la zona coinvolta arrossata. Talvolta la presenza di queste eruzioni cutanee può provocare dolore, ma si tratta solitamente di casi rari, è generalmente più comune la sensazione di prurito. L’infezione cutanea essendo di natura superficiale difficilmente può scaturire la febbre, tuttavia la malattia è molto contagiosa.
  • Impetigine Bollosa: questo tipo di impetigine colpisce soprattutto i neonati formando dapprima una bolla di dimensioni piuttosto grandi (fino a 2 cm) per poi moltiplicarsi e manifestandosi con più bolle che si estendo rapidamente e provocano delle lesioni di natura anche molto grave e importante. Anche questo tipo di impetigine non comporta solitamente ne febbre ne dolore, tuttavia per evitare una diffusione eccessiva di bolle e una sovrainfezione si consiglia di consultare il proprio medico curante.

Rimedi e Consigli Utili: Solitamente in caso di impetigine il medico consiglierà dei trattamenti antisettici come saponi o detergenti da applicare localmente, questi favoriscono la rimozione delle croste, egli potrebbe inoltre suggerire un metodo per far scoppiare le bolle che si sono formate se lo riterrà necessario, inoltre può essere prescritto un antibiotico specifico anch’esso da applicare localmente nelle zone coinvolte. In caso di molteplici lesioni diffuse e gravi, l’antibiotico può essere prescritto anche per via orale. L’impetigine è una malattia che si risolse in tempi brevi ma è necessario seguire con attenzione i consigli del medico. Esistono inoltre alcuni rimedi naturali da poter associare al trattamento medico come ad esempio l’olio di tea tree o di malaleuca che dopo aver effettuata una buona igiene nella zona da trattare, possono essere applicati in 2-3 gocce attraverso una garza sterile localmente. L’operazione deve essere ripetuta almeno 3 volte al giorno. Si consiglia inoltre di prestare attenzione alla propria alimentazione consumando prevalentemente frutta e verdura fresche.