Riflessologia: Massaggio Zonale.

By  |  0 Comments

Massaggio Zonale IIDefinizione di Massaggio Zonale:

Per massaggio zonale si intende la Riflessologia, tecnica introdotta nel 1913 da William H. Fitzgerald, medico e chirurgo americano.

Egli decise riguardo al massaggio zonale decise di suddividere il corpo per l’appunto in zone: esse partono dalle dita dei piedi, comprendono tutto il corpo, e arrivano fino alla testa, scendono infine alle dita delle mani. Fitzgerald suggeriva di praticare la Riflessologia, esercitando pressione in alcune zone, o con le mani o attraverso l’uso di strumenti specifici. Solo in seguito, con il tempo, la Riflessologia divenne una tecnica effettuata ai piedi, tutta via alcuni terapeuti sono ancora favorevoli allo svolgimento di questa pratica come era concepita sul nascere. Secondo la Riflessologia attuale, le zone suddivise del piede, corrispondono a specifiche parti del corpo, in pratica andando a lavorare in maniera mirata su una zona specifica del piede, verrebbe stimolata anche la zona di corrispondenza che sta nel corpo, e nel caso questa zona corrispondente fosse soggetta ad alcuni disturbi, la riflessologia contribuirebbe nel limitarli. Ad esempio una zona del piede potrebbe corrispondere ad uno degli organi interni del nostro corpo (vedi figura a destra).

In particolare la Riflessologia porta a questi benefici:

Il massaggio zonale era conosciuto molti millenni fa prima ancora che William H. Fitzgerald la scoprisse in maniera ufficiale. Veniva utilizzata in Egitto, ma secondo alcuni studi anche tra i pellerossa del Nord America. Ad oggi pare che la scienza abbia riportato reali conferme sugli effettivi benefici di questo trattamento e che esso sia capace di porre rimedi a moltissimi tipi di dolori. Solitamente affinché la riflessologia abbia il suo pieno effetto è bene potersi affidare ad un operatore esperto, tuttavia non sono da escludere i massaggi fai da te. Infatti per eseguirli è necessario adottare alcune semplici regole: sedersi con la schiena ben dritta, appoggiare la caviglia sulla coscia ed iniziare a massaggiare con i pollici delle mani. Anche se non siete degli esperti e non siete in grado immediatamente di riconoscere le vari suddivisioni, noterete che il semplice massaggio al piede donerà benefici attivando una circolazione sanguigna e un tono muscolare migliori. Pare, secondo alcune teorie, che un trattamento di 15 minuti ben effettuato, sia sufficiente a dare ottimi risultati.

Consulta anche: Riflessologia-Wikipedia

Potrebbe interessarti anche: Normalizzazione della Fascia