Infarto Miocardico: Definizione e prevenzione.

By  |  0 Comments

Infarto IIDefinizione di Infarto Miocardico:

Il cuore è un organo umano assolutamente efficiente, ma come qualsiasi altro organo è possibile che presenti eventuali problematiche o addirittura smettere completamente di funzionare.

Questo può ovviamente essere fattore di pericolo per la vita e per la salute di ogni persona. Nel caso in cui il nostro cuore subisca un infarto, ciò significa che con moltissime probabilità non arriva sufficiente ossigeno all’organo interessato. Può accadere in casi particolarmente gravi che che un coagulo di sangue, originato da globuli bianchi o lipidi che si rompono, ostruisca improvvisamente un’arteria coronaria, lasciando appunto una parte del cuore priva di ossigeno causando un infarto miocardico o un eventuale arresto cardiaco. Il grado e la durata dell’ostruzione determinano la gravità e le conseguenze dell’infarto miocardico. E’ importante dunque saper riconoscere i sintomi di un eventuale infarto, al fine di contrastarlo sul nascere, infatti esistono farmaci in grado di sciogliere il coagulo che si forma all’interno dell’arteria che deve essere somministrato immediatamente da medici o professionisti specializzati.

Sintomi. E’ possibile che si presentino in maniera del tutto inaspettata o più lentamente nell’arco del tempo (ore o addirittura giorni) e si presentano così:

Se si avvertono alcuni di questi sintomi è assolutamente necessario avvertire immediatamente gli operatori sanitari, affinché possano intervenire per tempo.

Fattori da tenere in considerazione: Età avanzata, Menopausa, i soggetti maschili sono più a rischio di quelli femminili, eventuale ereditarietà, sedentarietà, il fumo, alimentazione scorretta, pressione alta, l’uso di sostanze stupefacenti, l’eccesso di glucosio nel sangue.

Consulta anche: Infarto-Wikipedia