Epidemia: Definizione

By  |  0 Comments

Epidemia IIDefinizione di Epidemia:

Per Empidemia si intende la diffusione collettiva e in larga scala di una malattia di tipo infettivo, causata di un virus o un batterio.

L’epidemia è possibile che possa presentarsi improvvisamente o in alternativa potrebbe essere il diffondersi più o meno rapido di una malattia già esistente e del tutto inaspettata all’interno di una popolazione o di alcune popolazioni vicine tra loro. Essa colpisce una zona più o meno ampia, a seconda dei vari fattori che possono aver favorito il suo manifestarsi, e anche a seconda della sua resistenza, può invadere gli esseri umani come gli animali (epizzozia) e le piante. Nel caso in cui la malattia si diffonda in interi continenti o nazioni prende il nome di Pandemia. Il contagio di un’Epidemia avviene per via diretta o indiretta, ovvero è diretta quando a trasmetterla è un malato o eventualmente un portatore sano, è indiretta quando il contagio avviene attraverso l’assunzione di acqua o cibi contaminati, attraverso la puntura di uno o più insetti infetti, o attraverso il contatto con oggetti infetti. Può avere una durata più o meno densa a seconda del suo grado di resistenza o a seconda di eventuali soluzione a cui l’uomo la sottopone. La scienza che si occupa di studiare la diffusione e le cause di un’Epidemia si chiama Epidemiologia. Ad oggi è generalmente utilizzato il termine Epidemia anche per indicare la diffusione di un virus influenzale nei periodi invernali, tuttavia non è del tutto appropriato chiamare un’influenza Epidemia poiché i sintomi e gli aspetti di tale malattia non sono nuovi e improvvisi, e sono in grado di ripresentarsi in periodi differenti e a distanza di tempo senza preservare necessariamente gli aspetti dei virus o delle influenze precedenti, inoltre in questo caso è molto raro che comporti gravi conseguenze per una collettività.

Consulta anche: Epidemia-Wikipedia