Atrofia e Distrofia Muscolare

By  |  0 Comments

Atrofia Muscolare IIDefinizione di Atrofia Muscolare:

Per Atrofia Muscolare si intende la diminuzione di massa e volume di un tessuto, di un muscolo, di un organo ed eventuale diminuzione di numero e volume delle cellule che lo compongono, fino ad arrivare alla scomparsa totale del muscolo stesso.

La diminuzione di massa può essere causata da perdite di liquido importanti, ma ovviamente questa non è l’unica causa; infatti altre motivazioni che portano all’Atrofia Muscolare sono: vita sedentaria con una dieta poco equilibrata, malattia come ad esempio la  sclerosi laterale amiotrofica, distrofia muscolare (vedi qui sotto), diabete, infarto, invecchiamento (in alcuni casi), ustioni, lesioniartrosi, artrite remautoide, ecc. In caso di Atrofia Muscolare, è consigliabile fare esercizi di riabilitazione, in acqua, oppure utilizzare gli appositi tutori e consultare il proprio medico seguendo le sue indicazioni.

Per Distrofia Muscolare invece si intende una malattia di tipo progressivo che interessa i muscoli, portandoli ad una disabilità di tipo motorio, può arrivare a colpire anche il cuore, e il sistema respiratorio, è solitamente ereditaria.

  • Distrofia di Duchenne: si presenta durante l’infanzia, intorno ai 3/4 anni di età, e prende di mira i bambini di sesso maschile, solitamente è ben visibile nei movimenti poiché chi ne è affetto, tende a ”ciondolare” i fianchi, ha difficoltà a saltare, correre, la pancia è protesa, possono insorgere altre malattie come scoliosi o lordosi,  ha difficoltà nel salire le scale e riesce a sollevare le proprie gambe soltanto aiutandosi con le mani, può comportare inoltre difficoltà respiratorie, debolezza.
  • Distrofia di Becker: è più lieve di quella di Duchenne, i sintomi si presentano intorno all’età di 12 anni, ma in realtà è possibile che compaiano anche più tardi, e si presentano come: stanchezza, disturbi cognitivi (che non vanno peggiorando), difficoltà di coordinamento e perdita di equilibrio, cadute abbastanza frequenti, debolezza muscolare, problemi respiratori, ecc.

Un’altra forma si può manifestare in età adulta, tra i 20 e i 30 anni di età, interessa le spalle ed i fianchi in individui di entrambi i sessi. Ha comunque un processo di manifestazione meno grave e più lento rispetto agli altri tipi.

Consigli utili: Una delle soluzioni assolutamente consigliate è un breve ma energico massaggio da effettuare su tutto il corpo, se lo si intende effettuare solo sulla zona affetta, è preferibile un massaggio di breve durata (5 min.). Il massaggio migliora i toni muscolari e la circolazione del sangue, consentendo di rallentare l’atrofizzazione del muscolo. Tuttavia non esiste una cura vera e propria da poter applicare a chi soffre di Distrofia Muscolare, si consiglia dunque di appoggiarsi ad eventuali strutture per il trattamento e il sostegno ai malati di Distrofia.

Consulta anche: Atrofia muscolare-Wikipedia