Diabete: Definizione e consigli utili

By  |  0 Comments

Diabete IIDefinizione di Diabete:

Una sete eccessiva e l’aumentata escrezione di urina sono tra i più noti sintomi del diabete.

Tale malattia si presenta nel momento in cui il pancreas, cioè la ghiandola situata dietro lo stomaco, non è più capace di produrre insulina a sufficienza, l’ormone che regola il livello di zuccheri nel sangue. In alcuni casi possono insorgere problematiche come ad esempio Angina Pectoris,  occlusione delle piccole arterie, cataratta e disturbi ai reni. La maggior parte delle persone affette da diabete tuttavia impara a convivere con questa malattia cronica ma tuttavia controllabile. Non si è ancora capaci ad oggi di determinare le reali cause che scatenano la mancanza di insulina, secondo alcuni medici il diabete può essere ereditario, altri invece sostengono che si possa attribuire a infezioni virali o a un disturbo autoimmunitario. Esiste inoltre, una forma di diabete insulino-indipendente, caratterizzata da un deficit solo relativo all’insulina, tipica dell’età adulta. E’ importante sapere che il diabete non deve essere trascurato poiché è una malattia grave, soprattutto nei bambini, è quindi fondamentale la presenza del medico.

Medicina Naturale: I terapeuti naturali sono dell’idea che il fabbisogno fisico dell’insulina possa essere ridotto attraverso un’alimentazione ricca di fibre, e che comprende anche patate bollite con la buccia, spinaci, cereali integrali, mandorle e fagioli. Inoltre è importante sapere che una dieta sana ed equilibrata abbassi il livello di sangue presente nel sangue e riduca rischi di disturbi cardiaci collaterali. Secondo alcuni medici si può ridurre il rischio di sviluppo del diabete assumendo supplementi di vitamine e minerali, con dosi quotidiane di vitamina C-1g, E-250UI, cromo-200mg, manganese-4mg e zinco-15mg.

Fitoterapia-Le Erbe. Oltre alla dieta e i componenti sopra descritti, viene spesso consigliato l’utilizzo di aglio crudo poiché questo sembrerebbe avere un’azione diminutiva nei confronti degli zuccheri presenti nel sangue. Viene suggerito inoltre l’utilizzo di altre erbe come ad esempio la bardana e la genziana.

Omeopatia. I rimedi omeopatici vengono scelti secondo i sintomi individuali, per esempio Phosphoricum acidum in caso di stanchezza con peggioramento dei sintomi; Silicea quando i piedi sono freddi e sudati; Uranium nictricum in caso di sintomi depressivi. Solitamente i pazienti sono in grado di avvertire questi sintomi e possono contrastarli assumendo zuccheri, in caso contrario si può persino arrivare ad entrare in  coma. Lo stesso può accadere quando il livello di zucchero nel sangue è eccessivo, in quel caso è necessario contattare immediatamente un’ambulanza.

Medicina Tradizionale: Dopo essersi assicurati che il paziente assuma la giusta dose di insulina giornaliera, i medici non ritengono che eventuali rimedi alternativi possano essere nocivi per il paziente. Infatti anche i medici tradizionali consiglieranno una dieta sana a basso contenuto di zuccheri. Il dosaggio giornalieri di insulina è indispensabile in bambini e adulti, affinché si riesca a rimpiazzare quella che il pancreas non è più capace di generare. In alcuni pazienti il pancreas riesce ancora a secernere piccole quantità di insulina, in questo caso sarà sufficiente l’assunzione quotidiana dei cosiddetti antidiabetici orali, in altri casi ancora, è sufficente tenere sotto controllo il diabete semplicemente cambiando le proprie abitudini alimentari con una dieta specifica. Talvolta pazienti diabetici che utilizzano l’insulina, possono avvertire i sintomi di un basso contenuto di zuccheri nel sangue causati da una dose eccessiva: svenimenti, instabilità eccesso di sudorazione, disturbi comportamentali e perdita della memoria.

Consulta anche: Diabete-Wikipedia