Calcoli Biliari: conseguenze e trattamenti

By  |  0 Comments

Calcoli Biliari IIDefinizione di Calcoli Biliari:

I calcoli biliari sono sassolini duri e colorati formati da depositi della bile che si raccoglie nella vescica biliare (cistifellea) o nei canali biliari, questi hanno la funzione di drenare la bile dal fegato.

I calcoli passano dalla cistifellea al dotto biliare comune, fino ad arrivare all’intestino tenue, dove agiscono durante la digestione dei grassi.
Può capitare che uno di questi sassolini si introduca in un condotto dove, di conseguenza alla limitazione o ostruzione del flusso, provoca un dolore molto forte nella parte superiore dell’addome fino alla schiena, le coliche biliari.
L’ostruzione del dotto biliare causa inoltre l’ittero, che da una colorazione giallognola agli occhi e alla pelle.
Se si ha anche l’infiammazione della cistifellea, avremo febbre e una maggiore sensibilità alle ultime coste a destra.
I calcoli possono causare anche l’infiammazione del pancreas, attraverso l’ostruzione del flusso di fluidi.
Se i forti dolori addominali si prolungano per un tempo maggiore di 4 ore consultare immediatamente il medico.
Quando i calcoli sono piccoli si eliminano o con l’assunzione di farmaci oppure, se tramite il dotto biliare arrivano nell’intestin0, espulsi attraverso le feci. Possono anche rimanere in circolo nella cistifellea senza provocare conseguenze.
Gli altri casi in cui i calcoli bialiari possono essere trattati chirurgicamente, attraverso l’asportazione dei calcoli e della cistifellea. Oggi è sempre più frequente ricorrere alla litotripsia, frantumazione dei calcoli attraverso le onde sonore.
La medicina naturale in caso di calcoli biliari consiglia:

  • agopuntura, i trattamenti in questi casi hanno lo scopo di fermare il dolore e liberare il canale biliare
  • fitoterapia, attraverso le erbe amare si favorisce il flusso della bile e si riduce l’infiammazione; si può scegliere tra tè di centaurea, genziana, crespino, boldo, idraste e tarassaco
  • dieta a basso contenuto di grassi e latticini. Favorire l’uso dell’olio di girasole, del succo di limone, di cicoria, indivia e carciofi. Assumere complemento di vitamina C.

Consulta anche: Colelitiasi(calcoli biliari)-Wikipedia