Angina Pectoris: Definizione e rimedi.

By  |  0 Comments

Angina Pectoris IIDefinizione di Angina Pectoris:

Chi soffre di angina pectoris deve fare i conti con sintomi improvvisi che si manifestano come spasmi nella parte alta del torace; questi possono essere forti tanto da spaventare il paziente, sono comunque pochi i casi in cui diventano una minaccia per la vita. Lo shock del primo attacco è normale, bisogna perciò rivolgersi subito ad un medico.

Gli attacchi si manifestano quando l’individuo è  impegnato in un’attività fisica, oppure sotto stress. Possono durare alcuni minuti, coinvolgendo prima un braccio poi l’altro insieme a collo, gola, mandibola e schiena. Altri sintomi complementari possono essere: spossatezza, tosse, nausea, mancanza d’aria e sensazione di morte.
Il dolore solitamente è sordo e accompagnata da un senso di oppressione e di intorpidimento del petto.
L’angina pectoris è causata dall’insufficiente apporto di sangue al cuore, questo succede quando le arterie coronarie sono troppo strette per  far passare il flusso necessario. Lo stress fisico o psicologico posso far scaturire questi episodi, è necessario dunque sospendere immediatamente il movimento o calmarsi a livello emotivo.
Gli attacchi non causano  danni permanenti, in quanto le arterie riescono comunque a fornire un afflusso sufficiente di sangue al cuore durante le attività normali. Non c’è rischio di necrosi dei tessuti cardiaci in quanto l’apporto di sangue  non si interrompe mai completamente.
L’arteriosclerosi è considerata una delle cause principali degli attacchi di angina, in quanto prevede l’indurimento delle vie coronarie.
Dopo la diagnosi dell’angina pectoris, il medico probabilmente vi prescriverà,per prevenire e trattare gli attacchi, trinina o betabloccanti. Il trattamento farmacologico deve essere accompagnato da una dieta povera di grassi, a base di verdure crude, frutta fresca, cereali integrali, fagioli, lenticchie, pesce e pollo.
E’ possibile integrare la terapia farmacologica con:

I casi più gravi vengono sottoposti a chirurgia, procedendo con l’applicazione di bypass coronarici.

Consulta anche: Angina pectoris-Wikipedia