Abbronzatura: infiammazione della pelle

By  |  0 Comments

Abbronzatura IIDefinizione di Abbronzatura come infiammazione della pelle:

L’Abbronzatura è stata analizzata per capire realmente cosa avviene alla nostra pelle sottoposta ai raggi del sole.

Un gruppo di studio dell’università di San Diego ha monitorato la reazione di cellule umane e di topi da laboratorio all’esposizione ai raggi ultravioletti: quanto emerso  da tale relazione è che l’Rna presente all’interno delle nostre cellule viene alterato e di conseguenza si attiva una risposta infiammatoria che serve ad espellere quelle danneggiate.
Il tipico rossore post sole è dunque una reazione di difesa del nostro organismo.
Il sole va a nuocere l’Rna presente all’interno dei cheratinociti, le cellule che compongono in maggior numero la cute.
Questo studio è un punto di partenza per la ricerca di cure per le malattie alla pelle. Le tecniche usate oggi, come ad esempio la luce ultravioletta nei casi di psoriasi e lupus, possono diventare pericolose, aumentando ad esempio la predisposizione a sviluppare tumori. È necessario continuare ad osservare la reazione della cute ai raggi solari e cercare di capire come servirci solo degli effetti benefici dei raggi ultravioletti. L’infiammazione della pelle e la conseguente “tintarella” sono comunque processi importanti del nostro organismo che ci difendono da attacchi di agenti esterni. 

Consigli Utili: E’ dunque  importante esporsi con intelligenza ai raggi solari, proprio per cercare di sfruttarne solo gli aspetti positivi. Ad esempio è importante sapere che una corretta esposizione al sole è capace di stimolare la vitamina D utilissima per il calcio presente all’interno delle nostre ossa. I primi giorni di vacanza al mare evita di esporti troppo lungo al sole per permettere alla pelle di abituarsi al cambiamento e agli stimoli in atto, in questi primi giorno sono sufficienti tre quarti d’ora al giorno di abbronzatura per far si che venga stimolata la melatonina. Anche perché oltre la melatonina non si sviluppa. Evita l’esposizione al sole intenso e nelle ore più calde della giornata. In seguito esponiti al sole quando desideri, evitando sempre le ore caldo ed utilizzando sempre le adeguate protezioni, soprattutto a seguito di un bagno nel mare; la pelle umida attrae più rapidamente i raggi del sole. Se la vostra pelle è delicata e molto chiara si consigliano protezioni solari ad alta gradazione per evitare ustioni e scottature. Esponiti al sole nelle prime ore della giornata e non dopo le 11, e dopo le 15. I bambini molto piccoli, sotto i 3 anni di età devono evitare l’esposizione al sole intenso. Prima di andare in spiaggia non utilizzare profumi a base alcolica poiché favorisco disturbi alla pelle a contatto con i raggi del sole.

Consulta anche: Abbronzatura-Wikipedia