Uretrite: differenti tipologie dell’infiammazione dell’uretra

By  |  0 Comments

L’infiammazione dell’ uretra, il canale che collega la vescica con l’ambiente esterno, è definita uretrite, questa può presentarsi in fasi acute o diventare un disturbo cronico.
Questa infiammazione colpisce maggiormente gli uomini e coinvolge spesso la vescica, essendo direttamente collegata. Nelle donne l’uretra è molto corta e il disturbo arriva molto velocemente sino alla vescica.
È possibile distinguere due tipologie di uretrite:

  • Infettiva. Le infezioni posso essere di due tipi: gonococciche e non gonococciche.
    La prima alternativa rileva un caso di gonorrea, la più conosciuta tra le uretriti.
    Le infezioni non gonococciche sono le più frequenti e causate per lo più dal parassita Chlamydia Trachomatis. I sintomi che si manifestano in questi casi sono lievi e purtroppo spesso non ci si accorge di essere infetti; ignorare la clamidia porta a gravi conseguenze come infertilità o problemi in gravidanza.
    La manifestazione dell’infezione dell’uretra avviene in seguito ad un paio di settimane di incubazione. I sintomi che si sviluppano sono: secrezioni di pus e catarro, bruciore, prurito, difficoltà nella minzione.
    Nei soggetti in cui si manifesta un’uretrite cronica, l’infiammazione coinvolge mano a mano anche gli organi circostanti, possono dunque insorgere cistite, epididimite, prostatite, pielonefrite, orchite, restringimento del lume dell’uretra; se l’infezione non gonococcica colpisce una donna può causare inoltre salpingite, cervicite e complicazioni in gravidanza. 
  • Non infettiva. La causa dell’infiammazione in questi casi non è legata a batteri o virus, ma da lievi traumi, come ad esempio l’inserimento di un catetere, uso frequente di ciclomotori o biciclette oppure la presenza di calcoli renali.

L’uretrite può manifestarsi attraverso diversi sintomi e differenti gradi di intensità, diagnosticarla non è dunque facile e sono necessari diversi esami:

  • Esami del sangue di routine
  • Test della proteina C-reattiva
  • Ecografia pelvica
  • Esami per tutte le malattie sessualmente trasmissibili
  • Analisi delle urine e delle urinocoltura.

Le indicazioni terapeutiche punteranno alleviare le manifestazioni sintomatiche, bloccare in caso di infezione l’ulteriore diffusione di questa ed a eliminare definitivamente la causa dell’infiammazione.
Nei casi di uretrite infettiva la cura prevede la somministrazione di antibiotici; in caso di uretrite non infettiva si agisce contestualmente alla causa del disturbo.