TENDINE D’ACHILLE: INFIAMMAZIONE.

By  |  0 Comments

INFIAMMAZIONE TENDINE D’ACHILLE CAUSE

Le cause di infiammazione del tendine d’Achille sono numerose.

Alcune sono più facili da evitare di altre, ma in ogni caso avere la consapevolezza delle cause scatenanti può aiutare a prevenire lesioni gravi.
Alcune delle cause che portano a infiammazione del tendine d’Achille sono:

• Utilizzo di scarpe non appropriate o usurate durante l’attività fisica e la corsa;
• Errato riscaldamento prima dell’attività fisica;
• Esercizi eccessivamente intensi o troppo veloci;
• Introduzione prematura di attività come corsa in montagna o arrampicate su superfici irregolari;
• Muscoli del polpaccio lesionati o scarsamente flessibili (il che provoca tensione ulteriore sul tendine di Achille);
la tendinite achillea può anche essere causata da differenze anatomiche dei piedi, delle gambe o delle caviglie. Per esempio, alcune persone in luogo di un arco presentano una planarità del piede che crea maggiore pressione sul tendine.
Sebbene la tendinite non possa essere completamente prevenuta, può essere d’aiuto cercare di evitare il più possibile le cause sopra elencate, riducendo notevolmente il rischio di lesioni gravi e strappi del tendine.

INFIAMMAZIONE TENDINE D’ACHILLE TRATTAMENTO
Trattare la tendinite achillea significa per prima cosa alleviare il dolore e ridurre il gonfiore del tendine. Il tipo di trattamento utilizzato può variare in base alla gravità dell’infiammazione e se il paziente è un atleta professionista. I metodi comunemente utilizzati in caso di infiammazione del tendine di Achille possono essere, anche in combinazione tra loro:
• Impacchi di ghiaccio – applicare del ghiaccio sul tendine dopo l’attività fisica o quando il dolore diventa intenso, può alleviare l’infiammazione e la sofferenza.
• Riposo – il riposo permette ai tessuti di guarire. Nei casi lievi di tendinite riposo significa ridurre l’intensità dell’allenamento, mentre nei casi più gravi può significare completo riposo per giorni o settimane.
• Mantenere il piede in posizione elevata – mantenere sollevato il piede sopra al livello del cuore aiuta a ridurre il gonfiore del tendine.
• Esercizio fisico e stretching – alcuni esercizi, su consiglio del medico, possono essere utili a ridurre il rischio di danni futuri e a far guarire il tendine migliorando la flessibilità della zona lesionata e la forza dei muscoli del polpaccio.
• Antidolorifici – i farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene, possono ridurre il gonfiore e il dolore. Se si soffre di asma, malattie renali o malattie del fegato, è necessario consultare il medico prima dell’assunzione dei medicinali.
• Iniezioni di steroidi – le iniezioni di steroidi, sebbene siano utili per ridurre il gonfiore dei tendini, devono essere utilizzate con cautela poiché possono aumentare il rischio di rottura del tendine d’Achille.
• Supporti per la caviglia e plantari possono favorire il ripristino dei tessuti dal momento che evitano di stressare troppo il tendine di Achille.
Chirurgia – l’intervento chirurgico viene eseguito per riparare i danni al tendine in caso di tendinosi achillea. Potrebbe essere necessario anche in caso di tendinite achillea recidiva e se l’infiammazione in corso ha causato la rottura del tendine. Si può ricorrere alla chirurgia se i trattamenti precedentemente citati non hanno avuto successo.

Potrebbe interessarti anche:

Tendine D’Achille

Rimedi Tendine D’Achille

Consulta anche: Tendine di Achille-Wikipedia