DERMATITE DA CONTATTO: INFIAMMAZIONE DELLA PELLE.

By  |  0 Comments

Definizione di Dermatite da Contatto: Infiammazione della Pelle.

La dermatite da contatto è un’infiammazione della pelle causata da un contatto diretto con una sostanza. Come conseguenza la pelle si irrita e diventa rossastra e dolente.

Esistono due tipi di dermatiti da contatto: la dermatite da contatto irritante e la dermatite allergica.
La dermatite da contatto irritante è la più comune ed è causata dal contatto con sostanze acide o materiali alcalini come saponi, detergenti, ammorbidenti, solventi o altre sostanze chimiche. La reazione che di solito si sperimenta è molto simile ai segni di una bruciatura. Le sostanze irritanti possono includere:
• Cemento;
• Coloranti per capelli;
• Diserbanti o pesticidi;
• Guanti in gomma;
• Shampoo.
La dermatite allergica da contatto è invece causata dall’esposizione a una sostanza o un materiale a cui si è diventati più sensibili o allergici. Gli allergeni più comuni includono:
• Adesivi, compresi quelli usati per le ciglia finte;
• Antibiotici come la neomicina strofinata sulla superficie della pelle;
• Balsamo del Perù, utilizzato in molti prodotti cosmetici e in molti alimenti e bevande;
• Fragranze di profumi, cosmetici, saponi e creme idratanti;
• Smalto per unghie e tinture per capelli;
• Nichel o altri metalli impiegati in gioielli o bigiotteria;
• Edera velenosa, quercia velenosa o altre piante;
• Guanti o scarpe di gomma e in lattice.
Alcune sostanze possono provocare una reazione allergica solo quando la pelle viene esposta alla luce, come nel caso di schiuma da barba, creme solari e oli abbronzanti oppure certi tipi di profumo. Alcuni allergeni presenti nell’aria, seppur molto pochi, come l’ambrosia o lo spray insetticida possono causare dermatiti da contatto.

DERMATITE DA CONTATTO SINTOMI

I sintomi variano a seconda della causa e se la dermatite è di tipo allergico o irritante. I sintomi possono essere anche differenti in caso di recidività della dermatite.
Le reazioni allergiche possono verificarsi improvvisamente o solo dopo mesi di esposizione a quella determinata sostanza.
Le mani sono la zona più esposta a dermatite da contatto, ma reazioni cutanee si verificano molto spesso anche su viso, testa e collo.
Il prurito rappresenta il sintomo primario di entrambe le dermatiti, ma nella dermatite allergica può essere ancora più sgradevole. Le dermatiti causate da sostanze irritanti possono causare bruciore e dolore nelle zone colpite.
La dermatite allergica è spesso causata da un’eruzione cutanea che rende la pelle rossa, striata e irregolare proprio nel punto dove la sostanza è entrata in contatto con la pelle. Spesso l’eruzione si verifica dopo 24-48 ore dall’esposizione alla sostanza.
La dermatite da sostanze irritanti rende invece la pelle asciutta, ruvida e di colore rossastro. L’esposizione alla sostanza irritante nel lungo periodo può infiammare gravemente la pelle e creare delle fessure sulle zone dolenti, spesso le mani.

DERMATITE DA CONTATTO TRATTAMENTO
Il trattamento della dermatite da contatto prevede il risciacquo profondo delle parti colpite da dermatite in modo da eliminare tutte le tracce della sostanza irritante. Sarebbe meglio evitare ulteriori esposizioni alla sostanza o ad allergeni noti.
Gli emollienti e gli idratanti aiutano a mantenere idratata la pelle e a ripararla oltre a proteggerla da una seguente infiammazione.
Per ridurre l’infiammazione si possono utilizzare pomate o creme a base di corticosteroidi, ma è necessario non abusarne e leggere attentamente il foglietto illustrativo.

Consulta anche: Dermatite-Wikipedia