DISFUNZIONE ERETTILE E MEDICINA NATURALE

By  |  0 Comments

Definizione di Disfunzione Erettile e Medicina Naturale.

La disfunzione erettile può variare da soggetto a soggetto per l’intensità, dall’incapacità di raggiungere e mantenere l’erezione fino all’incapacità di raggiungere l’orgasmo sebbene in presenza di un chiaro desiderio sessuale.

Raggiungere un’erezione corretta è un processo complesso. Un’erezione richiede impulsi psicologici provenienti dal cervello, un adeguato livello di testosterone, un sistema nervoso funzionante e un tessuto vascolare del pene sano. Gli impulsi elettrici provenienti dal cervello, quando stimolato, fanno in modo che i nervi del pene rilascino monossido di azoto e questo, a sua volta, aumenta la produzione di Guanosin-monofosfato ciclico o cGMP nelle cellule muscolari dei corpo cavernosi (il tessuto del pene, costituito da muscoli lisci, tessuti fibrosi, spazi, vene e arterie). Il cGMP attiva i muscoli dei corpi cavernosi per farli rilassare e farli riempire di sangue, il che fa espandere il pene.
Dal momento che nel processo erettile sono coinvolti numerosi fattori psicologici, molti elementi possono interferire con la capacità maschile di raggiungere un’erezione corretta e sana. L’invecchiamento è il fattore naturale più comune: quando un uomo invecchia, la sua capacità di produrre monossido di azoto diminuisce, compromettendo il funzionamento dei corpi cavernosi.
Numerosi problemi di salute possono compromettere l’erezione, i più frequenti sono il diabete mellito e l’ipertensione. Il diabete ad esempio può danneggiare i nervi sensoriali del corpo, mentre coloro che soffrono di ipertensione presentano una bassa produzione di monossido di azoto. Altri fattori che possono contribuire alla disfunzione erettile sono le malattie cardiovascolari, danni ai nervi o al midollo spinale, il fumo, bassi livelli di testosterone, farmaci, depressione, stress e ansia.
Fino a poco tempo fa si credeva che i rimedi per la disfunzione erettile fossero pochi o nulli, ma oggi esistono numerosi rimedi naturali che possono essere provati prima di fare affidamento sulla “piccola pillola blu”.
RIMEDI NATURALI PER LA DISFUNZIONE ERETTILE
-Se lo stress o l’ansia colpiscono il fisico, sono consigliate la consulenza psicologica, la meditazione o anche l’ipnosi.
-Se si stanno assumendo farmaci su prescrizione, come inibitori MAO o anti-ipertensivi, è necessario rivolgersi al medico per informarsi su eventuali effetti collaterali del medicinale.
-Si consiglia di controllare periodicamente il livello di testosterone, talvolta la causa della disfunzione erettile è proprio il basso livello di testosterone posseduto.
-Smettere di fumare è sicuramente tra i primi consigli.
-L’utilizzo dell’amminoacido L-argina può aiutare nel trattamento dell’impotenza. La formazione di monossido di azoto dipende infatti da livelli sufficienti di L-angina nel corpo e l’amminoacido è stato trovato particolarmente efficace per curare gli uomini con anormalità nel metabolismo del monossido di azoto.
-La corteccia di Yohimbe aiuta a curare la disfunzione erettile. La corteccia di Yohimbe ha la proprietà di dilatare i vasi sanguigni e può essere utilizzata per dilatare i vasi sanguigni del pene. Tuttavia, se si assumono farmaci da prescrizione, è consigliato chiedere prima al proprio medico se ne possa fare assunzione.
-L’erba Muira Puama può essere utilizzata per aumentare la libido e la forza erettile. I suoi effetti sono migliori se questa pianta viene utilizzata assieme alla corteccia di Yohimbe.
-In Messico, l’erba damiana è usata come afrodisiaco maschile ed è una pianta tradizionalmente raccomandata per gli uomini con disfunzione erettile.
-In Perù la Maca è conosciuta come un potente afrodisiaco. La Maca è spesso chiamata l’erba “Viagra” e non altera la circolazione sanguigna, ma regola lo stato ormonale e riporta il corpo all’equilibrio.
-Il ginseng asiatico è una pianta che è stata a lungo utilizzata per mantenere l’uomo sessualmente potente.
-La Sarsaparilla è conosciuta come tonico per conservare la forza erettile dell’uomo e per facilitare la produzione di testosterone.
-Alcuni uomini trovano sollievo assumendo il ginko bilboa, che aumenta il flusso di sangue al pene. Questo supplemento non è consigliato se si sta assumendo un qualsiasi tipo di anticoagulante su prescrizione medica.
-Infine, tradizionalmente usato per ridurre i sintomi dell’ingrossamento della prostata, il Saw Palmetto stimola una lieve libido e aumenta l’energia sessuale.


Consulta anche: Disfunzione Erettile-Wikipedia