PREPUZIO: PATOLOGIE, DIAGNOSI E TRATTAMENTO

By  |  0 Comments

Definizione di Prepuzio: patologie, diagnosi e trattamento.

L’igiene e la cura del prepuzio è fondamentale per i bambini, i ragazzi e gli uomini.

Il prepuzio è la guaina di pelle che copre il glande, cioè la testa del pene. La circoncisione viene talvolta consigliata per gli adolescenti e gli adulti che hanno problemi frequenti di prepuzio, come infezioni ad esempio, che non rispondono ad altre forme di trattamento. La circoncisione richiede solitamente l’anestesia epidurale o generale e il recupero dall’intervento richiede circa sei settimane.

Il prepuzio è la guaina di pelle che ricopre il glande. Alla nascita il prepuzio è completamente attaccato al pene. Con il tempo il prepuzio si separa dal pene e può essere retratto. Questo solitamente avviene all’età di circa due anni. Talvolta il prepuzio non si separa dal pene in modo uniforme e alcune aree restano ancorate al glande. Questi ancoraggi di solito si risolvono con la pubertà.
L’igiene e la cura del prepuzio sono fondamentali. Alcuni suggerimenti che vengono spesso dati, specialmente per i bambini, sono:

• Il prepuzio deve essere lavato e risciacquato bene durante il bagno, come tutte le altre parti del corpo;

• Il prepuzio non deve essere tirato all’indietro con forza. Ciò potrebbe causare dolore, sanguinamento, infezioni o cicatrici;

• I pannolini bagnati o sporchi devono essere cambiati immediatamente per evitare eventuali infezioni;

• Una volta che il prepuzio si è staccato dal glande è necessario ritrarlo ogni volta per pulirlo a fondo e poi riportarlo nella stessa posizione;

• Assicurarsi di pulire bene sotto il prepuzio.

È consigliato recarsi dal medico in caso di consigli o richieste d’aiuto.
Le condizioni più comuni che coinvolgono il prepuzio sono:
1. L’infiammazione – il prepuzio si presenta rosso e procura dolore. Le cause più comuni sono le retrazioni forzate, agenti irritanti come il bagnoschiuma oppure pannolini sporchi.

2. L’infezione – le infezioni più comuni del prepuzio sono la postite e la balanite. La postite è l’infezione del prepuzio, di solito causata da funghi che crescono in condizioni di caldo e di umido. La balanite è l’infezione del prepuzio e del glande, di solito causata da una scarsa igiene. Lo smegma favorisce la crescita di germi che causano infezioni.

3. Infezioni croniche – in alcuni soggetti la postite e la balanite tendono a ripresentarsi. Una complicazione delle infezioni croniche è la formazione di tessuto cicatriziale che potrebbe tenere unito il prepuzio al glande e impedire la retrazione. Le infezioni croniche del pene e del prepuzio aumentano inoltre il rischio di infezione del tratto urinario. Ripetute infezioni renali possono influenzare negativamente la funzionalità dei reni.

4. Fimosi – in caso di fimosi il prepuzio è talmente stretto da impedire la funzione retrattile. Ciò può causare balaniti ricorrenti perché igienizzare in profondità risulta difficile o addirittura impossibile. L’erezione potrebbe causare al prepuzio di staccarsi e sanguinare. Il prepuzio stretto può anche ostacolare la minzione e in certi casi il prepuzio si riempie di urina come un palloncino. La fimosi rappresenta il motivo più comune per la circoncisione negli adulti.

5. Tumori – raramente si sviluppano sul prepuzio delle crescite anomale. In alcuni casi il tumore è canceroso. Il cancro al pene è estremamente raro negli uomini circoncisi.

6. Trauma da cerniera – il prepuzio, o altre parti genitale come lo scroto, possono restare impigliate nella cerniera lampo. Indossare le mutande è la migliore prevenzione.

Per diagnosticare i problemi che coinvolgono il prepuzio, è consigliato effettuare una visita medica e fornire più dettagli possibili della propria condizione al medico ed effettuare una swab test per verificare un’eventuale presenza di infezione.
Il trattamento delle patologie legate al prepuzio dipende dalla condizione:

• In casi di infiammazione è necessario evitare gli irritanti come bagnoschiuma o saponi e lavare delicatamente sotto al prepuzio.

• In casi di infezione il medico può prescrivere creme antimicotiche o antinfiammatori, antibiotici orali o farmaci antidolorifici. Si consiglia un bagno caldo per alleviare la minzione dolorosa o difficile. Nei casi più gravi, sono necessari degli antibiotici per via endovenosa.

• In casi di infezioni croniche il medico può consigliare come miglior trattamento la circoncisione.

• In casi di fimosi il medico può suggerire l’allungamento del prepuzio ritirandolo regolarmente, come quando si fa la doccia o ogni volta che si urina. Il processo di allungamento può richiedere un paio di settimane. L’uso regolare di creme steroidee può aiutare. Se il prepuzio rimane stretto, è necessaria la circoncisione. Per coloro che si oppongono alla circoncisione per motivi etici o politici, può essere possibile mantenere il prepuzio, ma deve essere allargato per via chirurgica. Il taglio effettuato lungo la parte superiore del prepuzio si chiama fessura dorsale.

• In casi di parafimosi il medico tenta di tirare manualmente il prepuzio sul glande. Ciò può comportare l’applicazione di una crema anestetica e la compressione della testa del pene, dalla mano del medico o avvolto nella pellicola, per ridurre il gonfiore. Se questo non dovesse funzionare, il medico potrebbe bucare il pene con un ago, per drenare il liquido e ridurre il gonfiore, e/o tagliare la banda del prepuzio. Se la parafimosi dovesse ripresentarsi, potrebbe essere necessaria la circoncisione.

• In casi di tumore il primo trattamento effettuabile è la rimozione chirurgica. Il trattamento del cancro può richiedere la chemioterapia o la radioterapia.

• In casi di trauma da cerniera lampo, il medico applicherà una crema anestetica sul prepuzio e aprendo la cerniera o tagliandola con le forbici libererà il prepuzio dalla stretta.

La circoncisione è un trattamento molto comune per i problemi collegati al prepuzio. La procedura nei neonati è semplice e veloce, ma è molto più complessa negli adolescenti e negli adulti. A partire dalle poche settimane di vita, la circoncisione richiede l’anestesia generale o epidurale e circa sei settimane per il recupero completo. Le complicazioni sono rare, ma possono includere sanguinamento, reazioni allergiche agli anestetici e infezioni.

Consulta anche: Prepuzio-Wikipedia