COLON: TRATTAMENTI PER L’INFIAMMAZIONE.

By  |  0 Comments

Definizione di Colon: Trattamenti per l’Infiammazione.

L’infiammazione del rivestimento interno dell’intestino crasso o del colon è una condizione debilitante, che può causare dolore addominale e diarrea e può peggiorare mettendo a rischio la vita di coloro che ne soffrono.

Se l’infiammazione inizia nel retto e coinvolge quasi tutto il colon è nota come colite ulcerosa.
Nel caso della malattia di Crohn invece, l’infiammazione può iniziare in qualsiasi parte del tratto digerente e possono essere coinvolti solo alcune porzioni del colon.
Non esiste una cura per l’infiammazione del colon, ma possono essere adottati diversi trattamenti per ridurre i sintomi. Vediamone alcuni di seguito.
DIETA
Mangiare piccole quantità di cibo durante tutta la giornata, bere molta acqua ed evitare cibi ricchi di fibre e grassi, l’alcool e la caffeina sono alcune proposte avanzate da MedlinePlus, un servizio dell’Istituto Nazionale della Salute, per aiutare i pazienti a ridurre i sintomi del colon infiammato. Queste accortezze quotidiane non curano la condizione infiammatoria dell’intestino, ma possono fornire sollievo ad alcuni sintomi spiacevoli come la diarrea.
FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI
I farmaci antinfiammatori non steroidei, come la sulfasalazina, la mesalazina e i corticosteroidi, sono i farmaci raccomandati per ridurre l’infiammazione del colon. Tuttavia la sulfasalazina non deve essere usata in pazienti allergici al farmaco perché le conseguenze potrebbero essere nausea, vomito, diarrea e bruciore di stomaco. La mesalazina ha meno effetti collaterali ed è disponibile in forma di compresse e supposte ed è in grado di curare il 90% dei casi lievi di colite ulcerosa. I corticosteroidi possono essere prescritti solo per il trattamento di casi gravi di colite ulcerosa e hanno molti effetti collaterali tra cui l’aumento del peso, la pressione alta e il diabete.
IMMUNOSOPPRESSORI
Gli immunosoppressori sono farmaci che riducono l’infiammazione del colon agendo sul sistema immunitario e sono prescritti ai pazienti che non rispondono al trattamento con farmaci antinfiammatori non steroidei. Gli immunosoppressori, come l’azatioprina, possono essere assunti per via orale e possono richiedere fino a sei mesi per completare il loro effetto d’azione. Il National Kidney e il Centro Urologico Clearinghouse raccomandano di monitorare gli effetti collaterali nei pazienti per evitare la formazione di pancreatite, epatite e diminuzione di globuli bianchi.


FARMACI ANTIDIARROICI
Gli antidiarroici possono alleviare il sintomo della diarrea associato all’infiammazione del colon. Le condizioni del paziente devono essere costantemente monitorate dal momento che i farmaci antidiarroici potrebbero causare un aumento in dimensioni del colon, dando origine a una condizione pericolosa nota come megacolon tossico.
CHIRURGIA
Circa il 25-40% dei pazienti con colite ulcerosa richiedono un intervento chirurgico come trattamento. La procedura, nota come proctocolectomia, generalmente coinvolge la rimozione del colon e dell’intestino retto. L’intervento chirurgico può fornire sollievo immediato e completo in pazienti con colite ulcerosa, mentre la malattia di Crohn tende a ripresentarsi anche dopo l’intervento. Inoltre anche i pazienti che si sono sottoposti a intervento chirurgico non sono immuni da altre patologie associate alla colite, come il gonfiore del fegato e l’infiammazione della parte bassa della schiena.

RIFERIMENTI
MedlinePlus: colite ulcerosa.
National Kidney e Centro Urologico ClearingHouse: colite ulcerosa.
Università della California, San Francisco Medical Center: colite ulcerosa

Consulta anche: Infiammazione del Colon-Medicina360.com