LOMBALGIA: DIAGNOSI

By  |  0 Comments

Lombalgia DiagnosiDefinizione di Lombalgia: Diagnosi.

Il medico per diagnosticare la lombalgia cercherà di ottenere da voi le maggiori informazioni sui vostri sintomi e sullo stato della vostra condizione.

Il medico effettuerà poi dei test fisici, esaminerà la schiena e condurrà test neurologici per determinare la causa del dolore e un trattamento adeguato. Possono essere anche consigliate le analisi del sangue. Risonanze magnetiche possono essere utili per diagnosticare tumori o altre possibili fonti del dolore. Esistono numerosi test diagnostici che possono essere effettuati:

Radiografia, per identificare la rottura delle ossa o la lesione di una vertebra;

Discografia con iniezione di un mezzo di contrasto nel canale spinale. Questo esame viene consigliato ai pazienti intenzionati a compiere interventi chirurgici.

Tomografia computerizzata, per identificare una rottura del disco, una stenosi spinale o danni alle vertebre.

Risonanza magnetica, per valutare la presenza di degenerazione delle ossa o lesioni e malattie dei tessuti, dei nervi, dei muscoli, dei legamenti o dei vasi sanguigni.

Procedure di elettrodiagnostica, come l’elettromiografia, per valutare l’attività elettrica di un nervo.

Scintigrafia, per diagnosticare e monitorare l’infezione, la frattura o eventuali anomali nell’osso.

Termografia, prevede l’utilizzo di dispositivi a infrarossi per misurare piccole variazioni di temperatura tra i due lati del corpo o la temperatura di un organo specifico. La termografia può essere utilizzata anche per rilevare la presenza di compressione della radice nervosa.

Ecografia, per osservare la presenza di lesioni nei legamenti, nei muscoli, nei tendini e in altri tessuti molli della schiena.

Consulta anche: Lombalgia-Wikipedia