INFIAMMAZIONE INTESTINALE

By  |  0 Comments


LA DIETA PER L’ INFIAMMAZIONE INTESTINALE

Se l’intestino è infiammato, ciò che si mangia può avere una conseguenza significativa sui sintomi dell’infiammazione. L’infiammazione intestinale porta di solito a nausea, vomito, diarrea, gonfiore, crampi e mal di stomaco. A seconda della causa dell’infiammazione intestinale, il medico curante può prescrivere una dieta individuale in aggiunta a farmaci se l’infezione è batterica. Le infezioni virali non sono curabili con i farmaci, ma possono essere gestite con la dieta e il riposo. È importante non apportare modifiche alla dieta se non indicato dal medico.

INFIAMMAZIONE GRAVE DELL’INTESTINO

Gravi infiammazioni dell’intestino possono richiedere per i primi giorni una dieta basata su soli liquidi, fino a quando i sintomi non migliorano. Se dopo aver mangiato o bevuto si vomita costantemente è necessario interrompere l’assunzione di cibo o liquidi per un’ora o due. Lo stomaco agisce infatti come un muscolo che si contrae quando si vomita. Evitando cibo o liquidi si fornisce il tempo necessario ai muscoli per calmarsi e smettere di contrarsi. Dopo un’ora o due è consigliato sorseggiare poche gocce d’acqua, frutta o una bevanda sportiva. Se si riesce a ingoiare il liquido evitando di vomitare allora è possibile aumentare leggermente la quantità di liquidi ingeriti.

INFIAMMAZIONE MODERATA DELL’INTESTINO

Se si riesce a trattenere i liquidi, è necessario aumentare la quantità ingerita. La disidratazione è un problema quando l’intestino è infiammato a causa dell’eccessiva perdita di acqua da vomito o diarrea. È consigliato bere brodo di pollo, acqua, succhi di frutta, tisane e bibite chiare. È da evitare succo di pera, mela e ciliegia perché lo zucchero presente potrebbe aggravare la dissenteria. È consigliato mangiare cibi molto semplici, non elaborati, ma sempre in piccolo porzioni. Pane bianco, riso in bianco, gelatina e banane sono ottimi alimenti da introdurre nella dieta.

INFIAMMAZIONE LIEVE DELL’INTESTINO

Se l’infiammazione dell’intestino è lieve, i sintomi possono essere minimi e molto limitati. È consigliato aumentare l’assunzione di liquidi e aggiungere alla dieta frutta, verdura, cracker, patate bollite, pesce e pollo senza pelle. È consigliato evitare cibi che contengono una elevata quantità di spezie, grassi e zuccheri. È bene evitare alimenti altamente modificati che sono difficili da digerire per il corpo. È severamente vietato ingerire alcool e caffeina fino al miglioramento dell’infiammazione intestinale.

RIMEDIO CONTRO L’INFIAMMAZIONE DELL’INTESTINO: LO YOGURT

Lo yogurt è un ottimo alimento per tutti i tipi di infiammazione intestinale. Secondo AskDrSears.com lo yogurt può aiutare a rimarginare i danni intestinali, uccidere l’infezione e ripristinare i regolari movimenti intestinali. È consigliato mangiare yogurt bianco, che è uno yogurt a basso contenuto di grassi. Lo yogurt contiene fermenti vivi che aiutano a promuovere la salute dell’apparato digerente.

Riferimenti
Cleveland Clinic: gastroenterite
MayoClinic.com, gastroenterite virale, giugno 2009
AskDrSears.com, Yogurt, 2006