FASCITE PLANTARE: DEFINIZIONE.

By  |  0 Comments

Fascite PlantareDefinizione di Fascite Plantare.

La fascite plantare è una patologia grave, dolorosa e progressiva che si verifica quando il legamento lungo e piatto lungo la parte inferiore del piede, detto fascia plantare, sviluppa lesioni e infiammazione.

Casi gravi di fascite plantare possono portare a rotture del legamento. Il legamento in questione è definito fascia plantare e si estende dalle dita dei piedi lungo la parte inferiore del piede attaccandosi al tallone. Quando si corre o si cammina si atterra sul tallone e ci si alza sulla punta dei piedi mentre si sposta il peso da una gamba all’altra. Questo movimento porta a spostare tutto il peso sulla fascia plantare. La forza e la pressione ripetitiva possono tirare via la fascia plantare dalla sua inserzione sul tallone causando danni e l’infiammazione della fascia detta fascite plantare.
La fascite plantare colpisce per prima il legamento della fascia plantare.
La fascia plantare è una spessa fascia fibrosa di tessuto che è allo stesso tempo forte ed elastica. I legamenti come la fascia plantare hanno il ruolo di tenere unite le ossa. la fascia plantare si collega al calcagno, copre quasi l’intera lunghezza del piede e si riattacca alla punta delle dita. Il ruolo di questa struttura è mantenere stabile la curva dell’arco del piede durante il movimento. Un’altra struttura che può aggravare la fascite plantare è il tendine d’Achille. Questa corda forte di tessuto collega i muscoli del polpaccio al calcagno e aiuta il movimento. A volte, un tendine d’Achille teso può portare alla fascite plantare distribuendo tensione aggiuntiva sulla fascia. Questo spesso si verifica in atleti che non fanno stretching correttamente prima di iniziare l’allenamento.
L’infiammazione causata da fascite plantare si verifica come conseguenza di un danno ai tessuti e rappresenta il tentativo del corpo di proteggere la zona interessata dalla fascite plantare. Gonfiore e dolore rappresentano i sintomi più comuni dell’infiammazione. Quando una persona cammina il legamento della fascia plantare si allunga mentre il piede tocca il suolo. La fascia plantare è progettata per supportare una quantità specifica di peso o carico. Quando il legamento della fascia plantare è costretto ad allungarsi eccessivamente o in modo anormale, soprattutto in attività ripetitive o in attività che richiedono un peso eccessivo, è probabile che si verifichino danni alla fascia plantare.
Il dolore da fascite plantare può causare a volte molto più di un semplice fastidio. Spesso impedisce di compiere le normali attività quotidiane dal momento che qualsiasi peso fissato sulla zona interessata dalla lesione può provocare un fortissimo dolore. La fascite plantare provoca un dolore localizzato nel tallone, ma può anche irradiarsi lungo tutto il piede. Nella maggior parte dei casi il dolore è più acuto al mattino quando ci si alza dal letto o in piedi dopo essere stati seduti a lungo. Questo accade perché il dolore nella zona infiammata scompare dopo che la fascia plantare si è rilassata. Quando il peso viene nuovamente immesso sul tallone dopo lunghi periodi di riposo, il dolore è più grave. Il dolore tende a diminuire un po’ durante il movimento, ma può ripresentarsi nel corso della giornata.
Il disagio e il dolore procurato da fascite plantare può causare a volte una serie di reazioni negative a catena. Talvolta coloro che soffrono di fascite plantare tendono ad affrontare il dolore regolando il peso durante il movimento, ponendo peso supplementare in altre zone del piede. Tuttavia questo atto provoca un cambiamento nel modo in cui il piede tocca terra, modificando anche l’andatura. Si tratta di un grave effetto collaterale di fascite plantare e può portare a ulteriori e anche più gravi malattie del piede e altre parti del corpo. Un’andatura estremamente anomala può creare seri problemi perché modifica la meccanica del corpo durante il movimento. Questo malfunzionamento potrebbe creare ulteriori usure e dolori al piede, al ginocchio e ai fianchi.
Molti fattori possono innestare una fascite plantare. Quando si cammina a passo normale, il legamento della fascia plantare si allunga mentre il piede tocca il suolo. Quando invece si cammina con andatura anomala o facendo pressione ripetitiva sul tallone, il legamento della fascia plantare si può allungare in modo irregolare subendo pressione eccessiva e rischiando di strapparsi. Lesioni di piccole dimensioni possono infiammare il legamento della fascia plantare, causare grave dolore e avviare la patologia fascite plantare.
Ci sono molti fattori che possono causare la fascite plantare. Sebbene la fascite plantare possa creare malfunzionamenti meccanici del piede durante il movimento, è vero anche viceversa. Avere i piedi piatti ad esempio è una condizione comune in cui l’arco del piede tende a scendere. Il risultato è un’usura anomala della fascia plantare che può danneggiare il legamento. Pronazione, archi del piede alti e un tendine d’Achille compresso rappresentano fattori biomeccanici che possono aggiungere pressione sulla fascia e provocare un allungamento anormale provocando strappi e lacerazioni del tessuto plantare.
Il dolore da fascite plantare è tagliente e di solito è percepito maggiormente flettendo le dita dei piedi verso l’alto, flessione dorsale, e tenendo la fascia plantare in tensione. La fascite plantare tende a peggiorare quando si sta in piedi o si fa un’attività stressante per lunghi periodi oppure quando ci si alza da letto al mattino. Il dolore al tallone al mattino è uno dei sintomi più comuni della fascite plantare e si verifica perché la fascia si stende dopo un periodo di riposo prolungato. Non appena si inizia il movimento il dolore diminuisce perché la fascia si scalda e si allunga leggermente riducendo la tensione sul legamento plantare.

Potrebbero interessarti anche:

Infiammazione del Piede

Trattamenti Infiammazione del Piede

Patologie del Piede

Diagnosi Infiammazione del Piede

Trattamento medico del Piede

Dolore del Piede

Definizione di Piede

Riflessologia

Alluce Valgo

Consulta anche: Fasciosi Plantare-Wikipedia