PERITONITE: Infiammazione del peritoneo

By  |  0 Comments

PeritoniteDefinizione di Peritonite: Infiammazione del peritoneo.

La peritonite è un’infiammazione del peritoneo, la sottile membrana che riveste la parete addominale e copre gli organi interni.

L’infiammazione è causata da un’infezione batterica o fungina proprio di questa membrana. Esistono due tipologie principali di peritonite:

La peritonite primaria, causata dalla diffusione di un’infezione originata dal sangue e dai nodi linfatici verso il peritoneo. Questo tipo di peritonite è molto raro e rappresenta meno dell’uno per cento di tutti i casi di peritonite.

La peritonite secondaria, che rappresenta il caso più comune di peritonite ed è causata dalla diffusione dell’infezione nel peritoneo a partire dal tratto gastrointestinale o biliare.

Entrambi i casi di peritonite sono molto gravi e possono essere pericolosi per la vita se non vengono trattati rapidamente.

SEGNALI E SINTOMI DELLA PERITONITE

I segnali e i sintomi più comuni per la peritonite sono:

Gonfiore e indolenzimento del ventre, accompagnato da dolore lieve o acuto;

Febbre e brividi di freddo;

• Perdita di appetito;

• Sete;

Nausea e vomito;

• Diuresi ridotta;

• Inabilità dell’intestino di trasformare il cibo in feci.

CAUSE DELLA PERITONITE

La peritonite primaria è in genere causata da malattie del fegato. Il fluido si accumula nell’addome e crea un ambiente propizio per far crescere i batteri.
La peritonite secondaria è invece causata da altre condizioni che permettono ai batteri, agli enzimi o alla bile di introdursi nel peritoneo attraverso un foro oppure una ferita presente nel tratto gastrointestinale o biliare. Le ferite o le lesioni possono essere causate da pancreatite, rottura di un’appendice, ulcera allo stomaco, diverticolite o malattia di Crohn. La dialisi peritoneale, che utilizza i vasi sanguigni dell’addome per filtrare i rifiuti del sangue quando i reni non riescono a farlo, può anche essere una causa di peritonite.

FATTORI DI RISCHIO DELLA PERITONITE

Ci sono dei fattori che possono aumentare il rischio di peritonite primaria:

• Malattie del fegato, come la cirrosi;

• Presenza di liquido nella parte addominale;

• Indebolimento del sistema immunitario;

Malattia infiammatoria pelvica;

I fattori di rischio per una peritonite secondaria sono invece:

Appendicite;

Ulcera allo stomaco;

• Intestino retroverso;

Pancreatite;

• Malattie infiammatorie intestinali, come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa;

• Incidenti causati da un’operazione;

• Dialisi peritoneale;

• Eventuali traumi.

DIAGNOSI DELLA PERITONITE

La peritonite è molto rischiosa per la vita, per questo il medico deve effettuare molteplici test fisici per constatare la necessità o meno di un intervento chirurgico che possa risolvere il problema di fondo. Il medico premerà sull’addome per osservare al tatto la presenza di gonfiore o indolenzimento, nonché dei segni che dimostrino la presenza di fluido raccolto nella zona. Il medico può anche ascoltare i rumori intestinali e verificare eventuali difficoltà respiratorie, misurare la pressione sanguigna e osservare se sono presenti segni di disidratazione. Il medico curante può anche eseguire delle procedure ulteriori come:

• Esami del sangue, per vedere se i batteri sono presenti nel sangue;

• Prelevare campioni di liquido dall’addome, per identificare i batteri causa dell’infezione;

• Tomografia computerizzata, per rilevare la presenza di liquido nell’addome o di un organo infetto;

• Radiografia, per rilevare l’aria nell’addome, fattore che indica la presenza di uno strappo o una perforazione all’interno dell’organo.

Consulta anche: Peritonite-Wikipedia