POLIPI NASALI: DEFINIZIONE

By  |  0 Comments

Polipi NasaliPolipi Nasali

I polipi nasali sono crescite morbide, indolori e non cancerose sul rivestimento dei seni o dei passaggi nasali.

I polipi scendono verso il basso proprio come fanno le lacrime o i grappoli d’uva. Sono conseguenze dirette di infiammazioni croniche come asma, infezioni ripetute, allergie, sensibilità ai farmaci oppure disturbi del sistema immunitario.
Polipi nasali di piccole dimensioni possono non causare sintomi. Polipi di grandezza più estesa o gruppi di polipi nasali possono invece bloccare i passaggi nasali e causare problemi respiratori, perdita dell’olfatto e infezioni frequenti.
Chiunque può soffrire di polipi nasali, ma sono di solito più comuni negli adulti.
I polipi nasali possono formarsi in qualsiasi zona dei seni o dei passaggi nasali, ma appaiono con più frequenza nell’area vicino agli occhi, al naso e agli zigomi.
I farmaci possono ridurre o eliminare i polipi, ma certe volte ne è consigliata la rimozione per via chirurgica. I polipi possono inoltre ripresentarsi anche dopo un’operazione chirurgica.
I polipi nasali sono quindi associati con l’infiammazione del rivestimento dei passaggi nasali e dei seni. Questa infiammazione dura più di dodici settimane e viene definita spesso sinusite cronica. Tuttavia, è possibile anche avere sinusite cronica senza la presenza di polipi nasali.
I sintomi e i segni di una sinusite cronica con presenza di polipi nasali sono:

• Gocciolamento nasale;

• Mancanza persistente di aria;

• Diminuzione o perdita dell’olfatto;

• Perdita del gusto;

Dolore al viso e mal di testa;

Dolore alla parete dentale superiore;

• Forte pressione sulla fronte e sul viso;

• Russare durante il sonno;

• Prurito intorno agli occhi;

Se i sintomi durano più di dieci giorni è necessario consultare il medico, anche perché spesso i sintomi di una sinusite cronica con assenza o presenza di polipi nasali vengono scambiati per sintomi da comune raffreddore.
Recarsi immediatamente da un dottore se si verificano:

• Gravi difficoltà respiratorie;

• Improvviso peggioramento dei sintomi;

• Sdoppiamento della vista o limitata capacità di muovere gli occhi;

• Grave gonfiore intorno agli occhi;

Mal di testa crescente accompagnato da febbre alta e incapacità di piegare la testa in avanti.

La scienza non ha ancora pienamente spiegato le cause scatenanti dei polipi nasali. Non si sa ancora il perché certi pazienti sviluppino un’infiammazione cronica o perché l’infiammazione porti alla formazione di polipi in certe persone e in altre no. La cosa certa è che l’infiammazione si verifica nel liquido che produce il rivestimento del naso e dei seni, la mucosa.

Esistono solo alcune prove che le persone che soffrono di polipi nasali hanno una diversa risposta del sistema immunitario e marcatori chimici diversi nelle loro membrane mucose rispetto a coloro che invece non sviluppano i polipi nasali.
I polipi nasali, dal momento che bloccano la normale circolazione dell’aria e il drenaggio dei fluidi, possono causare complicazioni, aggravate ulteriormente dall’infiammazione cronica alla base dello sviluppo stesso dei polipi nasali. Le complicazioni che possono verificarsi includono:

Apnea ostruttiva nel sonno. Questa condizione potenzialmente molto grave, crea nel paziente la necessità di fermare e riprendere la respirazione frequentemente durante il sonno.

Comparsa dell’asma. La sinusite cronica provoca la comparsa di attacchi di asma.

Infezione dei seni nasali. I polipi nasali rendono il naso più soggetto a infezioni dei seni, che iniziano a ricorrere frequentemente o a diventare croniche.

Diffusione dell’infezione nella cavità oculare. Se l’infezione si diffonde nella cavità oculare, l’occhio può risultare gonfio e il soggetto può essere incapace di muovere l’occhio, sperimentare uno sdoppiamento della vista o, nei casi più gravi, una cecità permanente;

Meningite. L’infezione può diffondersi anche attraverso le membrane e il liquido che circonda il cervello e il midollo spinale.

• Aneurismi o coaguli di sangue. L’infezione può causare conseguenze gravi per le vene che circondano i seni, interferendo con il regolare apporto di sangue alle diverse parti del cervello.Il rischio probabile è quello di ictus.

Consulta anche: Poliposi naso-sinusale-Wikipedia