BALANOPOSTITE: INFIAMMAZIONE DEL PENE

By  |  0 Comments

Definita come l’infiammazione del prepuzio e del glande nei maschi non circoncisi, la balanopostite si può verificare a qualsiasi età e può avere molteplici cause, da batteri a funghi a dermatiti di contatto.

Il trattamento si concentra sul diminuire l’infezione acuta e prevenire infiammazioni o infezioni ricorrenti attraverso una migliore igiene.

Sebbene non necessario come in passato, la circoncisione può essere considerata in caso di balanopostite refrattaria o ricorrente.
La balanoposite non deve essere confusa con la balanite, che è l’infiammazione del glande e del clitoride.
La balanopostite può avere differenti origini; sono state identificate dermatiti infettive, meccaniche, traumatiche o di contatto nel 67% dei pazienti con balanopostite. In un terzo dei pazienti non è stato invece possibile stabilire una causa neppure dopo l’esecuzione di test clinici e microbiologici o prelievi di siero. L’infezione da candida sembra essere la causa più comune della malattia.
Gli uomini più anziani hanno spesso altre eziologie, tra cui intertrigine, dermatiti irritanti o altre infezioni fungine. Gli organismi che sono stati individuati sono Bacteroides, Gardnerella, la specie Candida e lo streptococco beta-emolitico.
Gli studi italiani hanno verificato la presenza di balanopostite in 51 su 321 pazienti affetti da dermatosi genitali, cioè il 16%.
A parte però i sintomi connessi a questa infiammazione, la mortalità è veramente limitata. Solo i pazienti compromessi a livello immunitario e coloro che spesso sviluppano la balanopostite in seguito a setticemia fungina possono rischiare la vita.
La balanopostite a causa della sua eziologia eterogenea è stata ritrovata in molte razze ed etnie.
La balanopostite si verifica solo negli uomini.
Anche se si può presentare in diverse fasi della vita, la balanopostite è più frequente in età precoce, fino ai cinque anni, o in pazienti adulti sessualmente attivi.
Nei pazienti adulti, per fare una corretta diagnosi e per individuare possibili dermatiti di contatto, è molto utile ripercorrere le infiammazioni ricorrenti in famiglia e offrire al medico una storia clinica dettagliata.
L’esame del glande e del prepuzio spesso rivela una lesione maculare umida e rossa. Si può notare la presenza di un eritema e aree scolorite giallo-nere.
Associata alla balanopostite è l’infezione da HPV con presenza di lichenificazioni e bordi irregolari.
Nei pazienti con malattia avanzata e negli individui con compromissione del sistema immunitario sono stati osservati fenomeni di ulcerazione e erosione profonda, spesso in associazione con infezioni fungine.
Anche se non dimostrato, esiste un’associazione tra i differenti tipi di balanopostite e il pene circonciso. Si pensa infatti che circoncisione possa proteggere il paziente da questa patologia e da altre infezioni comuni del pene.

TRATTAMENTO

La lesione può essere guarita con l’utilizzo di antibiotici topici e antimicotici oppure con creme a basso contenuto di steroidi.
Una corretta igiene, lavaggio e asciugatura del prepuzio, è una misura preventiva essenziale.
La circoncisione può essere consigliata in casi di balanopostite ricorrente e recalcitrante.

Consulta anche: Balanite-Wikipedia