TONSILLITE: infiammazione gola

By  |  0 Comments

TonsilliteDefinizione di Tonsillite: Infiammazione gola

La tonsillite è una infiammazione delle ghiandole della gola, che si traduce in mal di gola.

La tonsillite può essere causata da virus o batteri. Molto spesso i casi di tonsillite si risolvono in pochi giorni senza terapia antibiotica.
Sia che si tratti di tonsillite virale o batterica, la tonsillite si trasmette da una persona all’altra per contatto, per esempio attraverso le particelle rilasciate nell’aria da uno starnuto oppure da un bacio. La tonsillite virale è contagiosa dai sette ai dieci giorni, mentre la tonsillite batterica, se non viene curata, può essere contagiosa per circa due settimane. La maggior parte delle volte, la tonsillite è causata da un’infezione virale.
La tonsillite batterica può essere causata dallo Sreptococcus pygenes, l’organismo che causa il mal di gola. Se non trattato, un semplice mal di gola può portare a uno stadio più grave, chiamato febbre reumatica, che può colpire il cuore diversi anni più tardi.
Solo il 30% circa dei bambini e il 10% degli adulti soffre di tonsillite da mal di gola.

Tra i sintomi tipici della tonsillite troviamo:

Mal di gola;

• Difficoltà per alimentarsi, questo avviene nei bambini;

Dolore durante la deglutizione;

Mal di testa;

Dolore addominale;

Nausea e vomito;

Tosse;

• Raucedine;

• Gocciolamento dal naso;

• Arrossamento delle tonsille e della gola;

Gonfiore delle ghiandole linfatiche;

• Macchie biancastre sulle tonsille;

• Arrossamento degli occhi;

• Eruzione cutanea;

Dolore all’orecchio.

La tonsillite viene curata nella maggior parte dei casi senza assistenza medica. È necessario consultare un medico solo se i sintomi si presentano in fasi acute. Talvolta si può non essere in grado di mangiare e si possono provare difficoltà respiratorie, in casi gravi come questi è necessario recarsi subito al pronto soccorso.
A volte le tonsille possono gonfiarsi o formare un ascesso peritonsillare con conseguente blocco a intervalli delle vie respiratorie e di alimentazione. In questo caso è necessario recarsi dal medico.
Quando il medico esaminerà il vostro caso, osserverà:

• Eventuali segni di infezione come rossore e gonfiore delle ghiandole linfatiche;

• Compromissione delle vie respiratorie.

Possono essere prescritti esami diagnostici per diagnosticare un’eventuale infezione da streptococco. In alcuni casi il medico può prescrivervi un trattamento antibiotico. Solitamente la tonsillite ha come causa un’infezione batterica; raramente altre condizioni come la difterite, la presenza di un corpo estraneo o di un cancro, possono iniziare da un mal di gola. Se però il medico crede che ci sia possibilità di un ascesso o una condizione più preoccupante, può richiedere l’intervento di uno specialista, come un otorinolaringoiatra.

TONSILLITE: TRATTAMENTI FAI-DA-TE

Il mal di gola e la febbre possono essere curati con antibiotici da banco, in specie antidolorifici. Il mal di gola può inoltre essere alleviato con gargarismi frequenti di acqua salata a temperatura tiepida.
Per evitare la disidratazione è consigliato bere tanta acqua o liquidi chiari.

TONSILLITE: TRATTAMENTI ANTIBIOTICI E CHIRURGICI

Poiché la maggior parte dei casi di mal di gola deriva da virus, gli antibiotici non sono abitualmente necessari. Tuttavia, la penicillina è la classe di antibiotici più comune che viene prescritta da un medico.
Il farmaco può essere somministrato con un’iniezione singola o con antibiotici per via orale.
Le persone allergiche alla penicillina possono utilizzare la eritromicina.
Il trattamento con antibiotici orali può avere una durata di dieci, quattordici giorni.
Se i sintomi scompaiono, è comunque consigliato completare tutto il ciclo prescritto in modo da prevenire complicazioni come la febbre reumatica, che può risultare in forma di malattia cardiaca.
Quando si verificano degli ascessi si procede con l’aspirazione per mezzo di ago o l’incisione e poi il drenaggio per guarire l’infezione e ridurre il blocco o l’ostruzione della gola.

I medici consigliano la rimozione chirurgica delle tonsille solo se i pazienti sono colpiti da sei o più infezioni durante l’anno.

Consulta anche: Tonsillite-Linguabianca.com