INFIAMMAZIONE DEL TORACE.

By  |  0 Comments

Infiammazione del ToraceDefinizione di Infiammazione del Torace

Il dolore al torace è uno dei sintomi peggiori che una persona può provare.

A volte è difficile anche per il medico o per un professionista dire quale è la causa del dolore al torace e se può creare pericolo di vita.
Qualsiasi parte del torace può essere la causa del dolore, compreso il cuore, i polmoni, l’esofago, i muscoli, la pelle e le ossa. Proprio per la complessa distribuzione dei nervi sul corpo, il dolore al torace può essere originato da qualsiasi altra parte del corpo. Lo stomaco o altri organi della pancia come l’addome per esempio, possono causare dolore al petto.
Le cause di dolore al torace potenzialmente pericolose per la vita sono le seguenti:

Attacco di cuore: un attacco cardiaco si verifica quando il flusso di sangue nelle arterie che alimentano il cuore, le arterie coronarie, si blocca, provocando ovviamente dolore al torace. Con la diminuzione del flusso sanguigno, il muscolo del cuore non riceve abbastanza ossigeno e si possono verificare danni, deterioramento e nei casi peggiori la perdita del muscolo cardiaco.

Angina: l’angina è un dolore al torace dovuto a uno squilibrio tra domanda di ossigeno da parte del cuore e quantità di ossigeno erogato al cuore stesso attraverso il sangue. L’angina è causata da un blocco o restringimento dei vasi sanguigni che forniscono sangue al cuore. L’ angina è una patologia differente dall’infarto in quanto le arterie non sono completamente bloccate e il danno provocato al cuore può essere lieve o assente. L’angina può anche verificarsi ripetutamente e prevedibilmente durante l’attività fisica, ma in questo caso scompare con il riposo. L’angina instabile invece si verifica con dolore insolito e imprevedibile che non si allevia completamente con il riposo, anzi può addirittura presentarsi durante il riposo stesso.

Dissezione o dissecazione aortica: l’aorta è l’arteria principale che fornisce il sangue agli organi vitali del corpo, come il cervello, il cuore, i reni, i polmoni e l’intestino. Il termine dissezione significa “strappo nella fodera interna dell’aorta”. Le conseguenze possono essere una massiccia emorragia interna e il blocco del flusso sanguigno agli organi vitali.

Embolia polmonare: un’embolia polmonare è un coagulo di sangue in uno dei principali vasi sanguigni che ha il ruolo di rifornire i polmoni. Si tratta di una patologia potenzialmente pericolosa per la vita, che causa dolore al petto, ma non è associata al cuore.

• Pneumotorace spontaneo: spesso viene definito polmone collassato e si verifica quando l’aria entra nello spazio compreso tra la parete toracica e il tessuto polmonare. Normalmente, la pressione negativa permette ai polmoni di espandersi. Quando si verifica un pneumotorace spontaneo, l’aria entra nella cavità toracica. Quando l’equilibrio di pressione viene perso, il polmone è in grado di rispandersi. Ciò interrompe la normale ossigenazione del corpo.

Visceri perforati: un viscere perforato è un foro o lacerazione della parete di qualsiasi area del tratto gastrointestinale. Questo permette all’aria di entrare nella cavità addominale, irritando il diaframma e causando dolore al petto.

Cocaina: la cocaina provoca la costrizione dei vasi sanguigni. Questo può ridurre il flusso del sangue al cuore causando dolore toracico. La cocaina inoltre accelera la progressione di arteriosclerosi, rischiose per il cuore.

Le cause invece di dolore al torace che non sono potenzialmente pericolose per la vita sono le seguenti:

Pericardite acuta: si tratta di un’infiammazione del pericardio, cioè il sacco che ricopre il cuore.

Prolasso della valvola mitralica: il prolasso della valvola mitrale è un’anomalia che si verifica in una delle valvole cardiache e causa lo scorrimento di una piccola quantità di sangue all’indietro nel cuore. Alcuni ritengono che questo provochi dolore al petto, ma non è stato provato con assoluta certezza.

Polmonite: la polmonite è un’infezione del tessuto polmonare. Il dolore toracico si verifica a causa dell’infiammazione del rivestimento polmonare.

Malattie dell’esofago: il dolore al torace provocato da disturbi dell’esofago può essere un sintomo allarmante perché è un dolore molto simile a quello che causa attacchi cardiaci.

Malattia da reflusso acido: si verifica quando i succhi gastrici fluiscono all’indietro dallo stomaco all’esofago. Il bruciore di stomaco che ne risulta può talvolta essere percepito come dolore al petto.

Esofagite: l’esofagite è un’infiammazione dell’esofago.

Costocondrite: si tratta di un’infiammazione della cartilagine tra le costole. Il dolore è in genere percepito a metà del torace a intermittenze lievi e acute, e può aumentare durante respiri profondi e il movimento.

Herpes zoster: conosciuto anche come fuoco di Sant’Antonio, è una riattivazione dell’infezione virale che causa la varicella. Solitamente si presenza in una sola parte del corpo. Il dolore può precedere l’eruzione cutanea di 4-7 giorni. L’Herpes zoster è altamente contagioso per le persone che non hanno avuto la varicella o non sono stati vaccinati.

Poiché al dolore toracico possono corrispondere numerose patologie, con o senza rischio di vita, è sempre meglio rivolgersi ad un medico nel minor tempo possibile. Tuttavia mentre si aspetta un pronto soccorso, si possono effettuare delle piccole cure in modo autonomo:

• In cadi di attacco cardiaco, mentre si attende l’ambulanza, il paziente deve masticare almeno mezza aspirina, circa 160 mg, per ridurre il rischio di morte e ridurre la gravità dell’infarto.

• In caso di angina, è consigliato sciogliere sotto la lingua una compressa di nitroglicerina per aumentare il flusso sanguigno verso le arterie bloccate o ridotte. Se il dolore toracico persiste, prendere un’altra compressa.

• In caso di dolore da reflusso acido, si può ridurre la sofferenza utilizzando antiacidi.

In tutti e tre i casi è però sempre necessario recarsi dal medico o presso un centro ospedaliero di soccorso. Si tratta solo di cure approssimative e momentanee che richiedono un supporto medico immediato.

Consulta anche: Torace-Wikipedia