ROTTURA E INFIAMMAZIONE MUSCOLI SCAPOLA

By  |  0 Comments

Infiammazione e rottura della ScapolaDefinizione di Rottura e Infiammazione Muscoli Scapola.

La cuffia dei rotatori che circonda l’articolazione della spalla è formata da quattro muscoli che controllano il movimento e la coordinazione della spalla:

• Il muscolo sovraspinato, il muscolo della parte superiore della scapola

• Il muscolo infraspinato

• Il muscolo sottoscapolare

Il muscolo piccolo rotondo

Con l’avanzare dell’età e a causa del peso dei carichi supportato, il muscolo sovraspinato diventa più rigido e meno flessibile, e può essere facilmente schiacciato tra la testa della parte superiore del braccio, il caput humeri, e l’acromion, consumando e indebolendo il tendine fino a causarne una possibile rottura.

Quando un muscolo è sottoposto a un carico superiore alla forza stessa del muscolo, si verifica uno strappo o una rottura.

La stragrande maggioranza delle rotture muscolari è una rottura parziale. Rotture complete del muscolo si verificano soprattutto nelle persone anziane in cui i tendini sono già piuttosto lesionati.

È raro che i tendini sani siano sottoposti a rotture.

SINTOMI

In casi meno gravi, come l’affaticamento muscolare e un imminente stiramento, si percepisce un indolenzimento locale dovuto a un sovraccarico di peso. Nei casi più gravi, come uno stiramento o una parziale rottura del menisco, si percepisce un improvviso e lancinante dolore nel muscolo e nel peggiore dei casi, come nella rottura totale di un muscolo, si percepisce un colpo secco che rende inutilizzabile il muscolo. Ai danni muscolari si accompagnano i seguenti sintomi: dolore sotto pressione, durante lo stretching e nel sollevamento del braccio a lato o sopra alla testa. Il dolore è localizzato sulla parte superiore ed esterna della spalla.

Dopo un periodo più lungo, si può osservare la perdita del muscolo sul retro della scapola. Nella maggior parte delle persone anziane, la rottura non è accompagnata da alcun sintomo.

DIAGNOSI

In casi di dolore lieve non è necessario nessun esame. Se invece il dolore è pronunciato e continua a peggiorare, oppure si prova sofferenza a sollevare il braccio lontano dal corpo, è necessario recarsi dal medico per garantire una corretta diagnosi e una cura efficace. Il medico di famiglia può fare la diagnosi e nel caso di incertezza sono consigliati gli ultrasuoni poiché sono i più indicati per un corretto esame della spalla.

Se non vi è alcun dubbio che si tratti di una lesione totale o parziale, il medico può iniettare un anestetico locale intorno al punto in cui si è verificata la rottura. Se in seguito all’iniezione il paziente è in grado di muoversi liberamente, sta a significare che non si tratta di una rottura totale.

TRATTAMENTO

Solo in caso di rottura totale del muscolo sovraspinato può essere considerata la possibilità di un intervento chirurgico. Dopo un’operazione la probabilità di nuove rotture è relativamente frequente.

In caso di rotture totali o parziali in pazienti anziani, il trattamento e una riabilitazione attenta della parte del muscolo sovraspinato che non ha subito rotture porta sollievo nel breve termine.

Consulta anche: Scapola-Wikipedia