INFIAMMAZIONE ALLA BOCCA

By  |  0 Comments

Di seguito sono presenti alcune cause di infiammazione della bocca, ma dal momento che potrebbero essercene molte altre, è conveniente rivolgersi a un medico.

Actinomicosi. Si tratta di un’infezione cronica causata da un organismo che normalmente si trova nelle viscere umane e nella bocca. La patologia colpisce di solito il viso e il collo e si traduce in profondi e grumosi ascessi che emettono pus granuloso.

Angina di Ludwig. Si tratta di una grave infiammazione delle ghiandole sotto la mandibola e il gonfiore che ne risulta può rendere difficile la deglutizione e la respirazione.

HFMD o malattia mani piedi bocca. È una malattia comune nei bambini e nei neonati. È caratterizzata da febbre, infiammazione alla bocca ed eruzione cutanea. La patologia inizia con poche linee di febbre, scarso appetito, malessere e spesso mal di gola. Dopo uno o due giorni dal principio di febbre, si sviluppano delle piaghe sulla bocca. Si presentano inizialmente come piccole macchie rossastre che si gonfiano e spesso si trasformano in vere e proprie ulcere. Solitamente si manifestano sulla lingua, le gengive e all’interno delle guance. L’eruzione cutanea, con macchie rosse piatte o in rilievo oppure con vesciche, si manifesta per circa 2 giorni. L’eruzione non prude e di solito si presenta sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi. Può anche presentarsi sulle natiche. Un soggetto che soffre di questa patologia può anche presentare soltanto l’eruzione cutanea oppure le ulcere sulla bocca.

Parotite. Infiammazione delle ghiandole parotidi o salivari.

Parotite epidemica o orecchioni. Si tratta di una malattia virale che provoca il rigonfiamento delle ghiandole salivari, producendo dolore e infiammazione. L’immunizzazione ha ridotto notevolmente l’incidenza di questa patologia.

Rinoscleroma. È una malattia granulomatosa che colpisce il naso e la rinofaringe ed è diffusa in Egitto, Europa orientale, Centro e Sud America.

• Leucemia. Si tratta di cancro delle cellule sanguigne, di solito dei globuli bianchi.

• Agranulocitosi. Si osserva un livello estremamente basso di globuli bianchi.

Herpes simplex

• Scarsa igiene dentale

• Protesi inadatta

• Ulcere aftose

SLE o lupus eritematoso sistemico. Si tratta di una malattia cronica autoimmune che può essere fatale anche se, grazie ai progressi in campo medico, il rischio di morte si è notevolmente ridotto.

• Lichen planus. Si tratta di un’eruzione cutanea.

• Sindrome di Behçet. È un’infiammazione ricorrente di piccoli vasi sanguigni che interessano vari settori.

• Pemfigoide bolloso. Si tratta di una malattia autoimmune di forma cronica caratterizzata da formazione di bolle sulla pelle e prurito. Viene chiamato anche semplicemente pemfigoide.

• Pemfigo. È un raro gruppo di malattie cutanee autoimmuni in cui si sviluppano vesciche o piaghe sulla pelle e sulle mucose. Il sistema immunitario del corpo distrugge le proteine con conseguente formazione di vesciche. La condizione, se non trattata efficacemente, può avere rischi mortali.

• Eritema multiforme. Si tratta di una patologia infiammatoria della pelle di forma allergica che presenta molteplici cause e porta a lesioni della pelle e delle mucose soprattutto delle mani, degli avambracci, dei piedi, del naso, della bocca e dei genitali.

• Mucosite da radiazioni

Malassorbimento. Assorbimento disfunzionale.

• Scorbuto. Si tratta di una grave malattia dovuta alla carenza di vitamina C.

• Pulizia eccessiva della bocca