SPALLA: ARTRITE, COME RISOLVERE.

By  |  0 Comments

Artrite alla SpallaDefinizione di Come risolvere l’Artrite alla Spalla.

L’ artrite alla spalla è una condizione degenerativa, cioè peggiora gradualmente, che può colpire diverse articolazioni del corpo.

L’artrite è più comune nelle persone anziane, ma può colpire anche soggetti più giovani. Può essere causata dal deterioramento della cartilagine, noto come osteoartrite, o a causa di un’infiammazione a una o più articolazioni, cioè l’artrite reumatoide. L’artrite è più comunemente associata con le articolazioni, ma può colpire anche i tessuti connettivi e di supporto, tra cui legamenti, muscoli e tendini.

SINTOMI E DIAGNOSI

I sintomi più comuni di artrite alla spalla sono la limitazione del movimento e il dolore, che tende a farsi sentire sopra l’articolazione acromion-claveare. Nella maggior parte dei casi il gonfiore è anche visibile. L’artrite può essere diagnosticata attraverso i raggi X, ma se il medico sospetta la presenza di un’artrite reumatoide, verranno effettuate anche delle analisi del sangue. Per raggiungere una diagnosi accreditata è possibile che saranno effettuati esami ulteriori. In alcuni casi, il campione di liquido sinoviale rimosso dall’articolazione della spalla può essere analizzato. L’artroscopia permette ai medici di vedere l’interno dell’articolazione, ma viene solitamente eseguita solo se è stato intrapreso un intervento per riparare i danni alle cartilagini, ai tendini o ai muscoli.

TRATTAMENTI

Per la maggior parte dei pazienti con osteoartrosi sono prescritti farmaci antinfiammatori non steroidei, compreso l’ibuprofene, l’aspirina e gli inibitori della cox-2. L’artrite reumatoide può richiedere ulteriori trattamenti, inclusi i corticosteroidi e la fisioterapia.
Se i trattamenti non chirurgici non alleviano i sintomi o se l’articolazione della spalla è eccessivamente usurata da causare distaccamenti parziali dell’articolazione, può essere suggerita una procedura chiamata artroplastica. Si tratta di un’operazione di sostituzione dell’articolazione che prevede la sostituzione della parte sferica naturale con una componente sferica sintetica e il posizionamento di un cappuccio per la scapola, noto come glenoide. Dopo l’operazione, saranno effettuati esercizi passivi della spalla attraverso l’aiuto di un’altra persona che muoverà l’articolazione. Dopo 3-6 settimane i pazienti saranno invitati a muovere l’articolazione in modo indipendente. Gli esercizi e gli allungamenti sono una parte importante del recupero e contribuiscono ad aumentare la forza, la flessibilità e la mobilità dell’articolazione. Il successo dell’intervento dipende dalle condizioni dei muscoli della cuffia dei rotatori prima dell’operazione stessa e l’impegno del paziente nel seguire il regime di esercizio.

Potrebbero interessarti anche:

Benefici del Massaggio

Tendinite alla Spalla

L’Articolazione della Spalla

Frattura della Spalla

Spalla Congelata

Separazione della Spalla

Lussazione della Spalla

Dolore alla Spalla

Esercizi per il Dolore alla Spalla

Consulta anche: Spalla-Wikipedia